Venerdì 19 Luglio 2024
RITA BARTOLOMEI
Cronaca

Spray anti orso: dopo il runner ucciso le richieste per renderlo legale in Italia. Come funziona nei parchi americani

La Provincia di Trento lo ha chiesto in dotazione per i Forestali. Pratesi (WWF): uno strumento molto utile

Un orso bruno

Un orso bruno

Roma, 8 aprile 2023 – Spray anti-orso: se ne torna a parlare con insistenza dopo la morte di Andrea Papi, ucciso da un esemplare ancora da identificare. Isabella Pratesi,  direttore del programma di conservazione WWF, lo considera uno strumento molto utile.

Approfondisci:

Orsa JJ4: la sua storia, quella della mamma Jurka e dei tre fratelli (problematici)

Orsa JJ4: la sua storia, quella della mamma Jurka e dei tre fratelli (problematici)
Approfondisci:

Runner ucciso da un orso in Trentino: ecco l’ordinanza per abbattere l’animale. Un riferimento al modello Tirolo?

Runner ucciso da un orso in Trentino: ecco l’ordinanza per abbattere l’animale. Un riferimento al modello Tirolo?

Approfondisci:

Andrea Papi ucciso da un orso in Trentino, Pratesi (WWF): “Per quell’animale meglio una pallottola che una vita da prigioniero”

Andrea Papi ucciso da un orso in Trentino, Pratesi (WWF): “Per quell’animale meglio una pallottola che una vita da prigioniero”

"In America è obbligatorio”

“Nei parchi americani – spiega Pratesi – per addentrarsi in certe aree lo spray è obbligatorio. In Italia invece è vietato.  Noi abbiamo chiesto più volte al ministero di consentirlo”. Il bear spray nel Nord America è usato fin dagli anni Ottanta.

Spray anti orso da non confondere con quello al peperoncino

Lo spray anti orso americano è una cosa completamente diversa da quello al peperoncino, che invece è consentito nel nostro paese. Ha un’alta concentrazione di capsicina e una gittata fino a 10 metri. Secondo le statistiche Usa la percentuale di successo è altissima, superiore a quella delle armi tradizionali.

“La Provincia di Trento lo chiede per i forestali”

Tra le ultime richieste inviate al ministero dalla Provincia autonoma di Trento c’è anche quella di poter dare in dotazione lo spray anti orso alle squadre dei Forestali.  Commenta Pratesi: “È una soluzione molto intelligente, da notare che quando vai negli Stati Uniti ti martellano rispetto all’attenzione e ai comportamenti che devi tenere in un certo territorio abitato dall’orso. Non puoi ignorare le informazioni di base. Te le dicono i rangers, le leggi, te le ripetono alla radio. Ovunque le informazioni sono date in modo che chiunque in qualunque lingua possa conoscerle. Lo spray è uno strumento straordinario che da noi non viene autorizzato perché è considerato un’arma offensiva”.

Che cosa dice la legge

Per poter dare in dotazione lo spray anti orso ai Forestali, è necessario che arrivare a una legge ad hoc. L’iter, se c’è la volontà politica, potrebbe essere molto veloce. Finora, nonostante anni di discussioni e convegni, non si è mai legalizzato per problemi di ordine pubblico. Perché nelle mani sbagliate potrebbe diventare un’arma pericolosa. Per questo alcuni paesi hanno previsto limitazioni all’acquisto.