Martedì 28 Maggio 2024

Blinken in visita da Xi: "La Cina non aiuti Mosca e metta un freno all’Iran o gli Stati Uniti agiranno"

Gli Stati Uniti minacciano azioni se la Cina non smette di fornire materiale alla Russia per l'aggressione in Ucraina. Blinken ha avvertito la leadership cinese durante la sua visita a Pechino, sottolineando la grave minaccia alla sicurezza europea.

Blinken in visita da Xi: "La Cina non aiuti Mosca e metta un freno all’Iran o gli Stati Uniti agiranno"

Blinken in visita da Xi: "La Cina non aiuti Mosca e metta un freno all’Iran o gli Stati Uniti agiranno"

Gli Stati Uniti agiranno se la Cina non smetterà di fornire alla Russia materiale, "non in termini di armi ma di componenti per la base industriale della difesa", che è utilizzato per l’aggressione all’Ucraina. Il segretario di Stato Usa Antony Blinken (a sinistra nella foto con Xi Jinping) ha messo in guardia con toni netti la leadership mandarina al termine della sua visita in Cina di tre giorni, rimarcando in un’intervista alla Bbc prima di lasciare Pechino di aver sottolineato alle controparti cinesi che stanno "contribuendo ad alimentare la più grande minaccia" alla sicurezza europea dai tempi della Guerra Fredda.

L’ammiraglio Aquilino: “La Cina usa la strategia della ‘rana bollita’, sta diventando più aggressiva”

Blinken è stato impegnato in una maratona di colloqui a tutto campo di oltre 5 ore con l’omologo Wang Yi, ha incontrato il ministro della Pubblica sicurezza Wang Xiaohong e poi il presidente Xi Jinping. Blinken ha riferito di aver avuto colloqui "schietti". Ha detto di aver parlato con Wang "almeno una mezza dozzina di volte" delle tensioni e i conflitti in Medio Oriente. Pechino "può aiutare a far calmare" le acque, anche premendo sull’Iran, per evitare che il conflitto Israele-Hamas si possa allargare. Il segretario di Stato ha poi ribadito che gli Usa mantengono "il rispetto della politica dell’Unica Cina" e sostengono la "stalibilità nello Stretto" di Taiwan, ma ha anche "chiarito che mentre gli Usa continueranno ad allentare le tensioni, i nostri impegni di difesa verso le Filippine restano ferrei".