Venerdì 24 Maggio 2024

Re Carlo, aggiornato il piano ‘Menai Bridge’ per il funerale. Ma Buckingham Palace: presto riprenderà gli impegni

Il tabloid britannico Daily Beast: “Sta davvero molto male, più di quanto lasciano intendere”. E da palazzo si affrettano a smentire: i medici ritengono molto incoraggiante l’evoluzione del suo stato di salute

Londra, 26 aprile 2024 – L'ultima apparizione pubblica risale a quasi quattro settimane fa in occasione della messa di Pasqua nel castello di Windsor. Da allora re Carlo III non ha più presenziato ad alcun evento ufficiale e crescono le preoccupazioni per il suo stato di salute. "Non sta bene", scrive oggi il tabloid britannico Daily Beast, riferendo quanto – a suo dire – sussurrano a bassa voce gli amici del sovrano. "Tutti restano ottimisti, ma lui sta davvero molto male. Più di quanto lasciano intendere", scrive il giornale.

E così Buckingham Palace è costretta a rompere il silenzio per annunciare che il sovrano riprenderà le attività pubbliche dalla prossima settimana e che i suoi medici ritengono "molto incoraggiante" l'evoluzione delle sue condizioni dopo l’annuncio del cancro.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui

Re Carlo III nella sua ultima apparizione pubblica, lo scorso 31 marzo alla messa di Pasqua (Ansa)
Re Carlo III nella sua ultima apparizione pubblica, lo scorso 31 marzo alla messa di Pasqua (Ansa)

L’allarme per le condizioni del re

Le indiscrezioni del Daily Beast hanno fatto scattare l’allarme sulla salute del re, anche perché sembra che ultimamente sia stata perfezionata l'operazione 'Menai Bridge', il dettagliato protocollo studiato per gestire i funerali di Carlo. Nulla di strano in realtà, il documento di centinaia di pagine è stato creato a settembre 2022 subito dopo le esequie della regina Elisabetta II, solo che in quest'ultimo periodo starebbe subendo continui ritocchi e aggiornamenti. Lo stesso tabloid britannico racconta di aver provato a interrogare il Cabinet Office, il dipartimento del governo incaricato di gestire i funerali di Stato, che però si è rifiutato di commentare.

Cos'è il Menai Bridge

Ogni membro della famiglia reale ha un nome in codice che fa riferimento a un ponte da utilizzare in caso di morte, quello di Elisabetta II era notoriamente 'London Bridge'. Il 'Menai Bridge' di Carlo III è invece uno spettacolare ponte sospeso che collega l'isola di Anglesey con la terraferma gallese.

Secondo quanto rivelato da un alto funzionario coinvolto nella pianificazione dei riti funebri reali, "l'ultimo saluto alla regina si è svolto con la precisione di un orologio, fissando uno standard elevato". Da qui il continuo perfezionamento di quello dell'attuale sovrano, affinché non ci sia spazio per alcun tipo di errore.

L’annuncio di Buckingham Palace

Per mettere a tacere tutte le voci, nel tardo pomeriggio di oggi è intervenuto direttamente Buckingham Palace. "Sua Maestà il Re riprenderà a breve le sue attività pubbliche dopo un periodo di cure e di recupero in seguito alla diagnosi di cancro", si legge in una dichiarazione del palazzo. I suoi medici considerano i progressi compiuti finora "molto incoraggianti" e rimangono "ottimisti" riguardo alla sua guarigione in corso, ha aggiunto un portavoce della casa reale. Martedì il sovrano è atteso in un centro oncologico.

Sebbene sia stato lo stesso monarca a rivelare ai sudditi di avere un cancro, finora Buckingham Palace non è mai entrato nei dettagli della malattia. Non si conosce, ad esempio, il tipo di tumore, né quali siano le terapie a cui si sta sottoponendo per curarsi.

I prossimi impegni di Carlo

Quasi certamente le prossime apparizioni pubbliche del re saranno passate al vaglio per cogliere ogni gesto che possa chiarire le reali condizioni di salute. Tra gli appuntamenti più importanti che attendono Carlo c’è la cerimonia di Trooping the Colour, i festeggiamenti per il compleanno ufficiale del Re, del 15 giugno. A seguire ci saranno le corse dei cavalli di Ascot, alle quali la stessa Elisabetta II non è mai mancata.