Juve-Samp, Ronaldo esulta con i compagni (Ansa)
Juve-Samp, Ronaldo esulta con i compagni (Ansa)

Roma, 26 luglio 2020 - La Juventus è campione d'Italia. La 36esima giornata di serie A incorona il club bianconero, che vince lo scudetto numero 36 della sua storia (il nono consecutivo) battendo in casa la Samp per 2-0. Il successo arriva con due giornate di anticipo sulla fine del campionato grazie alle reti di Cristiano Ronaldo (che sbaglia anche un rigore mandando la palla sulla traversa) al 52' del primo tempo e di Bernardeschi al 22' della ripresa. Dopo i tre titoli di fila vinti da Conte (dal 2012 al 2014), i cinque consecutivi centrati da Allegri (dal 2015 al 2019), è dunque arrivato il primo titolo assoluto italiano per Maurizio Sarri, chiamato a portare avanti una pesante eredità.

Juve, nove scudetti di fila come mai nessuno in Europa - di F. BOCCHINI

Risultati e classifica della Serie A

Nel primo match di oggi il Bologna batte il Lecce 3-2Partita rocambolesca che i rossoblù dominano nel primo tempo, portandosi sul 2-0  in pochi minuti (Palacio più Soriano) e sciupando diverse altre occasioni da rete. Nei minuti di recupero della prima frazione la papera di Skorupski che si scontra con Dijks in uscita: nella carambola di rimpalli che ne segue a Mancosu arriva una palla facile facile per accorciare, di petto, le distanze. Una partita che sembrava finita si riaccende improvvisamente, nel secondo tempo i pugliesi pareggiano con Falco e sfiorano addirittura il vantaggio. Poi Barrow, nel recupero, chiude i conti in contropiede. Per il Lecce una sconfitta pesante che avvicina gli uomini di Liverani alla retrocessione in Serie B. 

Alle 19.30 una grande Lazio si ritrova e travolge il Verona in casa, 1-5 il risultato finale. A segnare nel primo tempo Amrabat e Immobile, entrambi su rigore. Nella ripresa i biancocelesti prendeno il comando del match e dominano incontrastata gli avversari, finalizzando al 56' con Sergej Milinkovic-Savic che trova la deviazione di uno dei difensori spiazzando Radunovic.  A seguire vanno in rete Correa al 62', all'83 Immobile da fuori area, e infine il terzo gol di Immobile anche questo da rigore al 4 minuto del recupero.

La Roma invece fortifica il suo quinto posto, che vale l'Europa League senza preliminari, superando la Fiorentina 2-1. A segnare nel primo minuto di recupero del primo tempo Veretout, seguito al 48' da un gol in fuorigioco di Mancini. Altra occasione mancata nei primi minuti del secondo tempo è a cura di Mkhitaryan, che spreca un passaggio millimetrico in area e calcia forte appena a lato sulla destra. Il pareggio dei viola è di Milenkovic, di testa all'angolino basso di destra. Ma sarà un altro rigore, contestatissimo dalla Fiorentina tanto da ottenere due gialli di cui uno a Iachini, a decidere il risultato finale. Calcia ancora Veretout ed è 2-1.

Festeggia la salvezza l'Udinese, che passa a Cagliari grazie a un gol di Okaka, bravo ad indovinare la girata dopo l'assist di Stryger Larsen. La formazione sarda si impegna, ma e' la formazione ospite che crea altre diverse palle gol non concretizzate, un paio nitide con De Paul. Al 39' viene anche annullato un gol a Lasagna per fuorigioco, che poteva valere il raddoppio della squadra di Gotti. Si salva anche il Torino, che in casa della Spal pareggia 1-1. Simone Verdi al 57' dal limite calcia nel sette di sinistra. La parità è a firma di Marco D'Alessandro che riceve un preciso passaggio in area e tenendo il pallone basso mette in rete all'angolino di sinistra.

Juventus-Sampdoria 2-0, rivivi la diretta

Bologna-Lecce 3-2, rivivi la diretta

Cagliari-Udinese 0-1, rivivi la diretta

Verona-Lazio 1-5, rivivi la diretta 

Roma-Fiorentina 2-1, rivivi la diretta

Spal-Torino 1-1, rivivi la diretta