Hirving Lozano (Ansa)
Hirving Lozano (Ansa)

Napoli, 22 gennaio 2021 - Da flop a top: con un anno di ritardo Hirving Lozano ha saputo conquistarsi l'affetto dei tifosi del Napoli, che oggi hanno potuto godere della sua intervista rilasciata ai microfoni di Radio Kiss Kiss.

Insigne, un errore da perdonare

Il primo pensiero del messicano non poteva che andare alla sconfitta in Supercoppa e in particolare al rigore sbagliato da Lorenzo Insigne: una macchia che però non deve offuscare l'importanza del capitano nel progetto azzurro. "Naturalmente adesso c'è un po' di scoramento nello spogliatoio, ma tutti insieme dobbiamo andare avanti, appoggiando chi la sta vivendo peggio proprio come lui, col quale il feeling sta crescendo sia in campo sia fuori. Nel calcio funziona così: a volte si vince e a volte si perde, ma per fortuna abbiamo davanti a noi ancora la possibilità di raggiungere tanti obiettivi". Il primo, il più atteso da un'intera città, ha forti tinte tricolori. "E' un anno particolare per tutti: come ci dice il mister dobbiamo ragionare pensando a una partita per volta ed essere positivi perché può succedere di tutto". Come per esempio anche tornare a trionfare in ambito internazionale. "Ci teniamo molto pure all'Europa League: per andare avanti dovremo battere il Granada, che è una squadra molto aggressiva che gioca sempre all'attacco". Così come in effetti fa anche Lozano, diventato in questa stagione uno dei pilastri del Napoli. "Alla base della mia crescita ci sono i chiarimenti avuti con il mister nei quali abbiamo parlato e analizzato le posizioni in campo: dopodiché mi ha dato fiducia, consentendomi di accumulare minuti e crescere".

Osimhen negativo al Covid

Insomma, tutto è bene quel che finisce bene, almeno tra Lozano e Gattuso. Non solo: è notizia del giorno la negatività al Covid-19 di Victor Osimhen, che termina così un calvario cominciato a novembre a causa dell'infortunio occorso durante una partita della sua Nigeria. Da quel momento all'ex Lille è successo di tutto: dall'aggravarsi di uno stop che a prima vista sembrava piuttosto leggero alla positività al Coronavirus, con annesse polemiche per la mancanza di accortezza durante una festa in patria. Insomma, non è partita nel migliore dei modi l'avventura all'ombra del Vesuvio di Osimhen, che adesso tornerà ad allenarsi per cercare di essere disponibile quanto prima: al di là della scorpacciata contro la Fiorentina, l'attacco sta continuando a palesare problemi e lacune che necessitano di un aiuto che magari potrebbe arrivare proprio da 'mister 80 milioni' (di euro e anche di guai).Leggi anche - Milan, tris di recuperi per Pioli