Martedì 16 Luglio 2024

Tensione nel Mar Baltico, Mosca: "Caccia Su-35 in volo per intercettare due B-52 Usa"

Il Centro di controllo della difesa nazionale di Mosca ha reso noto che un suo caccia è decollato per la presenza di bombardieri Usa con armamenti nucleari vicini allo spazio aereo russo

Mosca, 20 marzo 2023 - Aumentano sul Mar Baltico gli incontri ravvicinati tra caccia russi e Nato. E crescono anche i voli 'deterrenti' di bombardieri con armamenti nucleari. Per ultima Mosca ha fatto sapere di aver inviato un caccia Sukhoi Su-35 nella regione come risposta al rilevamento di due bombardieri strategici americani B-52H, in grado di trasportare bombe nucleari. 

Nord Stream e l'oggetto misterioso: le ipotesi. Putin e l'allerta nel Mar Baltico

La Francia fornirà i Mirage 2000 all'Ucraina. "Parigi addestra i piloti di Kiev"

Bombardieri Usa intercettati da caccia russo sul Mar Baltico: ecco il video di Mosca

Mar Baltico, Mosca: intercettati i due bombardieri Usa. Cosa sta succedendo

Gb: proiettili all'uranio impoverito all'Ucraina. Shoigu: "Scontro nucleare a pochi passi"

Proiettili all'uranio impoverito: funzionamento e quali sono i terribili effetti

Un caccia russo Sukhoi Su-35
Un caccia russo Sukhoi Su-35

Secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa russa Interfax, i sistemi radar di Mosca hanno individuato i due Stratofortress US che volavano in direzione del confine con la Federazione russa. Il Centro di controllo della difesa nazionale russa ha dichiarato: "I bersagli sono stati identificati come bombardieri strategici B-52H dell'aeronautica statunitense. Un caccia Su-35 delle Forze di difesa aerea del distretto militare occidentale è decollato per identificare e prevenire le violazioni del confine della Federazione russa". 

Il comunicato conclude: "Dopo il ritiro degli aerei militari stranieri dal confine, il caccia è tornato alla sua base. La missione del caccia russo è stata condotta nel rigoroso rispetto delle regole internazionali sull'uso dello spazio aereo. La violazione del confine non è consentita". 

Nei giorni scorsi un drone americano, in volo sul Mar Nero, era precipitato dopo essere stato intercettato da due jet russi. Sempre di recente due BUFF (Così è soprannominato il B-52 dai suoi equipaggi, ed è l'acronimo di Big Ugly Fat Fellow: tipo grosso, brutto e grasso), sono decollati da una base RAF a Fairford, in Gran Bretagna, e si sono diretti sul Mar Nero, sfiorando i confini con l'Ucraina. Queste missioni sono aumentate da quando c'è la guerra tra Mosca e Kiev, e non vengono effettuate in gran segreto, ma rese pubbliche trasmettendo la propria posizione tramite ADS-B, quindi rendendosi visibili a tutti siti web di tracciamento dei voli, come il popolare Flightradar24.com. Secondo gli esperti Washington vuol far pesare la sua presenza alla Russia, mandando un avvertimento a Putin e ai suoi piani anti Nato.