Roma, 22 aprile 2021 - Il vaccino anti Covid Janssen di Johnson & Jonhson è efficace già 7 giorni dopo la vaccinazione (efficace all'85% contro le forme gravi della malattia), è riportato l'ultima pubblicazione sul New England Journal of Medicine con i dati primari dello studio clinico di Fase 3 Ensemble per il vaccino a dose singola sviluppato dalla farmaceutica J&J. Una buona notizia alla luce dell'annuncio di oggi del Commissario per l'emergenza coronavirus, Francesco Paolo Figliuolo: "Ho appena parlato con il presidente di Johnson & Johnson che mi assicurato che entro fine aprile arriverà una fornitura di altre 380 mila dosi".

Bollettino Covid Italia del 22 aprile

Mentre sono attese per domani, dopo i rari casi di trombosi in Usa, i responsi di CdC e Fda, lo studio pubblicato ha soddisfatto tutti gli endpoint principali primari e secondari e ha rilevato che il vaccino ha prevenuto l'ospedalizzazione e la morte in tutti i partecipanti 28 giorni dopo la vaccinazione. Inoltre l'azienda ha sottolineato che nei test vi era un'alta prevalenza di varianti, compresa quella sudafricana del ceppo B.1.351 e quella del ceppo P2 individuata in Brasile, e ciò non ha intaccato l'efficacia del vaccino.

Nuovo decreto: riaperture del 26 aprile - La road map.

I dati dello studio Ensemble hanno dimostrato che l'efficacia "è iniziata in modo evidente sette giorni dopo la vaccinazione per le forme gravi/critiche della malattia e 14 giorni dopo la vaccinazione per le forme da moderate a gravi/critiche". Poi 'ha continuato ad aumentare circa otto settimane dopo la vaccinazione", durata media del follow-up richiesto dalla Fda degli Stati Uniti. 

Intanto la Francia ha annunciato che il vaccino anti-Covid Johnson & Johnson sarà somministrato agli over 55 anni a partire da sabato. Martedì il via libera, e preferenziale, agli over 60 era arrivato in Italia, con l'ok del Ministero della Salute, Aifa e Css. "Il vaccino Janssen è sicuro. È raccomandato l'uso preferenziale agli over 60", è stata la conclusione di Franco Locatelli (Consiglio Superiore di Sanità), Nicola Magrini (Aifa) e Gianni Rezza (Ministero della Salute). Spazio quindi al monodose Janssen  in Europa dopo il 'verdetto' dell'Ema: il siero è considerato sicuro e il rapporto rischi-benefici rimane positivo. Ma l'Agenzia europea del farmaco ha riconosciuto "possibili" legami di causa-effetto tra il vaccino di Johnson & Johnson e gli eventi "molto rari" di trombosi cerebrale che si sono verificati negli Usa. Ema ha comunque elencato una serie di sintomi da tenetere sotto controllo nelle tre settimane successive la somministrazione, e nel caso suggerisce di chiamare il medico.