Vaccino Johnson & Johnson (Ansa)
Vaccino Johnson & Johnson (Ansa)

Roma, 20 aprile 2021 - Il via libera per il vaccino della Johnson & Johnson agli over 60 è arrivato in serata dal Ministero della Salute, Aifa e Css. "Il vaccino Janssen è sicuro. È raccomandato l'uso preferenziale agli over 60", è la conclusione di Franco Locatelli (Consiglio Superiore di Sanità), Nicola Magrini (Aifa) e Gianni Rezza (Ministero della Salute). 

Johnson & Johnson e trombosi, l'Ema: vaccino sicuro, benefici superano i rischi

Ok J&J over 60

I tre responsabili della lotta al Covid, Locatelli, Magrini e Rezza, in una nota del ministero della Salute dichiarano: "Preso atto del pronunciamento dell'Agenzia europea dei medicinali EMA e del parere della Commissione tecnico scientifica dell'Agenzia italiana del farmaco Aifa, che ribadisce l'estrema rarità degli eventi di trombosi associata a trombocitopenia descritti a seguito della vaccinazione contro COVID-19 effettuata con il vaccino Janssen-Johnson & Johnson, e considerato che tale vaccino si è dimostrato sicuramente efficace nel ridurre il rischio di malattia grave, ospedalizzazione e morte connesso al COVID19, si raccomandano le stesse condizioni di utilizzo del vaccino Vaxzevria" di AstraZeneca. 

Vaccino J&J e trombosi, sintomi. Ema: "Quando chiamare il dottore"

Preferenziale a over 60

"Pertanto, il vaccino Janssen, il cui uso è approvato a partire dai 18 anni di età dovrà essere preferenzialmente somministrato a persone di età superiore ai 60 anni, ovvero a coloro che, avendo un rischio elevato di malattia grave e letale, necessitano di essere protette in via prioritaria", si legge nelle nota del Ministero della Salute con Aifa e Css.

Da mercoledì 184mila dosi J&J

Da mercoledì 21 aprile, inizierà la distribuzione delle 184 mila dosi di vaccino Janssen Johnson & Johnson stoccate nei magazzini dell'hub nazionale vaccini della Difesa di Pratica di Mare. Lo ha disposto il Commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo, dopo essersi consultato con il ministro della Salute, Roberto Speranza, e a seguito dell'ok dell'Agenzia Italiana per il Farmaco, arrivato dopo la sospensione precauzionale. In serata Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, ha confermato ai microfoni di 'Di Martedì' sul La7.