Maverick  Vinales (Ansa)
Maverick Vinales (Ansa)

Roma, 12 agosto 2021 - Un caso clamoroso scuote il Motomondiale e la MotoGp. La Yamaha ha infatti escluso il suo pilota Maverick Vinales dal prossimo Gran premio di Austria che si corre da domani (venerdì 134 agosto) sul circuito di Spielberg dove domenica scorsa si è corso il Gran premio di Stiria. L'accusa che casa giapponese rivolge al pilota è obiettivamente molto grave: quella cioè di aver compiuto - senza esserne autorizzato - operazioni "potenzialmente dannose" sul motore della M1 durante il week end scorso.

Gp d'Austria: orari e dove vederlo in tv

Mir: "Grande lavoro di Suzuki"

Il comunicato ufficiale inizia così: "Yamaha è spiacente di annunciare che l'iscrizione di Maverick Viñales all'evento austriaco di questo fine settimana è stata ritirata dal team Monster Energy Yamaha MotoGP. L'assenza segue la sospensione del pilota da parte di Yamaha a causa dell'inspiegabile funzionamento irregolare della moto da parte dello stesso pilota durante la gara del GP di Stiria dello scorso fine settimana". Gran premio che ha visto Vinales concludere addirittura al 19° posto.

MotoGp: la classifica piloti - Il calendario e i risultati

In particolare Yamaha - dopo ave studiato il dati della telemetria - conclude in maniera molto dura che lascia in sospeso molte domande: "La conclusione di Yamaha è che le azioni del pilota potrebbero aver potenzialmente causato un danno significativo al motore della sua moto YZR-M1 che potrebbe aver causato gravi rischi per il pilota stesso e forse anche per tutti gli altri protagonisti impegnati nella gara di MotoGP. Il pilota non sarà sostituito al GP d'Austria".

Per quanto riguarda infine il futuro del Motomondiale, la casa nipponica spiega che "le decisioni riguardanti le gare future saranno prese dopo un'analisi più dettagliata della situazione e ulteriori discussioni tra Yamaha e il pilota".

Dunque un caso clamoroso. Il comunicato di Yamaha lascia in sospeso la questione di fondo. Qualcuno sui social si sta chiedendo se le operazioni che Vinales ha fatto evidentemente di testa sua sono state fatte con l'intendimento di manomettere la moto? Dal testo del comunicato di Yamaha questo non emerge. Si parla suolo di "operazioni potenzialmente dannose". Ma nulla si dice esplicitamente sul motivo per cui sono state fatte.

Una cosa è certa: i rapporti tra il pilota spagnolo e la Yamaha si fanno ogni giorno sempre più tesi: la prossima stagione in fatti le loro strade si separeranno (Vinales ha già un accordo con Aprilia)