Michele Vitali (Ciamillo)
Michele Vitali (Ciamillo)

Perm (Russia), 19 febbraio 2021 – L’Italbasket, dopo il successo ottenuto ieri in rimonta contro la Macedonia del Nord, incassa la prima sconfitta nelle qualificazioni ad Eurobasket 2022 – manifestazione alla quale l’Italia parteciperà di diritto in quanto paese ospitante di uno dei gironi – perdendo nella “bolla” di Perm 105-101 contro l’Estonia al termine di un tempo supplementare. Come successo contro la Macedonia, l’Italia, dopo un primo quarto giocato sul filo dell’equilibrio, si è trovata a rincorrere gli avversari trascinati dalla verve di un incontenibile Malik-Kalev Kotsar (32 punti), ispiratore del break di 34-23 piazzato nel secondo quarto dagli estoni che hanno punito una difesa azzurra un po’ disattenta soprattutto a rimbalzo (15 rimbalzi offensivi catturati dall’Estoni). Nel terzo quarto la fuga degli uomini di Toijala è proseguita fino al massimo vantaggio toccato sul 68-46 ma poi è arrivata la reazione degli azzurri che hanno chiuso le maglie difensive e nel quarto quarto, trascinati da Michele Vitali (24 punti) e Giampaolo Ricci (19), hanno risposto con un 28-12 chiuso dal layup di Marco Spissu che ha mandato il match al supplementare. Nell’overtime però l’Italbasket, che fino a quel momento aveva avuto una buona mira nel tiro da fuori, ha peccato sul piano della lucidità e pagato a caro prezzo gli errori dall’arco e il canestro della staffa di Henri Drell.

Le parole di Sacchetti

Non è piaciuto soprattutto l’atteggiamento difensivo della squadra al CT azzurro Meo Sacchetti che al termine della gara ha però elogiato lo spirito mostrato nella rimonta finale: “Stasera ho rivisto le stesse pecche di ieri, solo che questa volta non è bastato l’ultimo quarto per sistemare le cose. Abbiamo sbagliato molto in difesa e quando commetti così tanti errori lasci tiri facili e penetrazioni agli avversari. Per trenta minuti l’Estonia ha giocato un ottimo basket. Bene la reazione molto orgogliosa nel finale ma quando arrivi punto a punto dopo una rincorsa così dispendiosa devi essere perfetto e così non è stato. Volevamo un percorso netto. Ora invece dobbiamo riposare per chiudere con una vittoria questo torneo di qualificazione”.

Leggi anche - Eurolega, l’Ax Armani Milano non fa sconti nemmeno al Maccabi: è vittoria 87-68