Milano, 21 ottobre 2021 – Con le unghie e con i denti l’Armani AX Milano piega 73-72 l’ASVEL Villeurbanne e mette a segno il quinto successo in altrettante gare di Eurolega. A regalare il successo all’Olimpia – oggi orfana di Moraschini ma con un Troy Daniels in più nel motore – è stata una tripla mortifera di Devon Hall a 27” dalla fine, che ha gelato i transalpini che erano rimasti in testa per larghi tratti del match. A risaltare nella serata del Forum è stato però il grande temperamento mostrato dai biancorossi, capaci di recuperare uno svantaggio arrivato fino a tredici lunghezze. Anima della rimonta meneghina è stata la difesa, guidata da un Nicolò Melli monumentale e prezioso anche in attacco (per lui 14 punti e 6 rimbalzi), che ha chiuso i rifornimenti dell’attacco transalpino a cui ha concesso soltanto 32 punti negli ultimi 20 (11 nel solo terzo quarto). A dir poco prezioso per l’Olimpia, però è stato il contributo fornito da Shavon Shields (15 punti, 5 rimbalzi e 5 assist), Malcolm Delaney e Giampaolo Ricci. All’ASVEL non sono invece bastate le prestazioni maiuscole di Chris Jones – a dire il vero calato alla distanza – e di Elie Okobo (25 punti) che invece si è letteralmente scatenato nel quarto quarto.

La partita

L’ASVEL ha subito messo in chiaro le proprie intenzioni, dettando i ritmi di gara e speculando sulle difficoltà al tiro di una Milano che, dopo aver toccato il -8 (7-15), aggiusta un po’ la mira e limita i danni in chiusura di quarto (14-17). Gli ospiti non hanno però mollato la presa e, grazie a Howard e Gist, hanno ricominciato ben presto la loro fuga culminata inizialmente nel primo vantaggio in doppia cifra e poi nel +14 (25-34) di fine primo tempo, suggellato dalla schiacciata di Antetokounmpo e da Okobo. Il massimo scarto in favore degli ospiti (+16) è però arrivato all’alba del terzo quarto per mano di Gist ed è stato quello che ha fatto scattare la scintilla nell’Olimpia Milano che ha repentinamente cambiato passo ripartendo dalla difesa e dai canestri: mortifero il 18-3 di parziale, con cui si sono riportati a contatto i biancorossi, capaci di chiudere poi la frazione con la tripla del 51 pari di Melli. Il testa a testa è poi proseguito nella quarta frazione con un Okobo tarantolato da tutte le distanze. Dall’altra parte l’Olimpia è stata però brava a rispondere colpo su colpo con le triple di Ricci e Shields e a colpire con l’ultimo siluro, quello decisivo, di Hall a 27” dalla fine.

Leggi anche - Eurocup, Virtus Bologan e Venezia partono con il piede giusto in Eurocup