9 mar 2022

Covid Lazio, il bollettino oggi 9 marzo: 5.642 nuovi casi, la metà circa (2.540) a Roma


Tredici i decessi delle ultime 24 ore. D'Amato: "La fine dello stato di emergenza non significa 'tana libera tutti'" 

Bollettino Covid Lazio 9 marzo 2022
Bollettino Covid Lazio 9 marzo 2022

Roma, 9 marzo 2022 - Torna a scendere la curva dei contagi dopo il balzo della giornata di ieri. Oggi nel Lazio su 18.933 tamponi molecolari e 38.807 tamponi antigenici per un totale di 57.740 tamponi, si registrano 5.642 nuovi casi positivi (-572, qui il bollettino dell'8 marzo), sono 13 i decessi (-2),
Sul fronte ospedali si registra un aumento dei pazienti Covid nelle aree mediche, sono 1.073 i ricoverati (+13), 89 nelle terapie intensive (-3) e 7.327 i nuovi guariti. 
Il rapporto tra positivi e tamponi è al 9,7% era al 9,8% ieri. 

Bollettino Covid Lazio 9 marzo 2022
Bollettino Covid Lazio 9 marzo 2022

"Si riduce il divario tra i guariti e i nuovi casi", sottolinea l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, nel bollettino Covid quotidiano di oggi 9 marzo.  "La fine dello stato di emergenza non significa 'tana libera tutti'"  ed "è importante che chi è stato positivo e non ha fatto la dose booster la faccia trascorsi 120 giorni", ha spiegato l'assessore.

Approfondisci:

Bollettino Covid oggi Italia: i dati del 9 marzo su contagi, ricoveri e morti

La mappa dei contagi 

A Roma e provincia sono 4.056 i nuovi positivi al coronavirus. Il dato riferito alla sola città di Roma è di 2.540 (2.472 il dato di ieri) casi. Nelle province del Lazio si registrano 1.586 nuovi casi, di cui 523 nella Asl di Frosinone dove si contano anche 4 decessi; 648 casi e un decesso nella Asl di Latina;  208 nella Asl di Rieti e 207 nella Asl di Viterbo

Sono 102.513 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui  101.351 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 999.123 e i morti 10.529 su un totale di 1.112.165 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

Approfondisci:

Covid c’è ancora, rimbalzo di contagi. Terza dose meno efficace dopo 2 mesi

Emergenza Ucraina

"Sta proseguendo la campagna di vaccinazione Covid e pediatrica con una buona adesione rivolta ai profughi provenienti dall'Ucraina e al momento non ci vengono segnalate criticità - dichiara l'assessore D'Amato - . Poiché l'Ucraina, inserita dall'OMS tra i paesi ad elevata endemia di tubercolosi (TBC), è stato istituito all'Istituto Spallanzani un ambulatorio dedicato alla sorveglianza per la tubercolosi dei migranti e verrà somministrato un apposito questionario di screening con l'obiettivo di ridurre il ritardo diagnostico nella popolazione rifugiata, di prevenire l'acquisizione di farmacoresistenza e di ridurre la trasmissione". 
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?