9 mar 2022

Bollettino Covid Italia: i dati del 9 marzo su contagi, ricoveri e morti

I nuovi contagi sono 48.483 e 156 i decessi. Prosegue il trend in calo di ricoveri. I dati dalle Regioni: Lazio +5.642 in 24 ore, Lombardia +5.583, Veneto +3.982, Toscana +3.172, Emilia-Romagna +2.517, Marche +1.748, Umbria +1.499. Agenas: i ricoveri calano al 13%. Anche i pediatrici scendono del 15% in 7 giorni

Roma, 9 marzo 2022 - Sono 48.483 i nuovi casi di positività al Covid-19 (ieri 60.191) e 156 i decessi (ieri 184) registrati in Italia nelle ultime 24 ore. È quanto emerge dal bollettino odierno del ministero della Salute. Dall'inizio dell'epidemia sono 13.159.342 le persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e deceduti), mentre da febbraio 2020 il numero totale delle vittime è pari a 156.357. Sono in tutto 12.001.063 le persone guarite o dimesse e 59.258 quelle diventate negative nelle ultime 24 ore (ieri 57.408). Gli attuali positivi sono in tutto 1.001.922, pari a -9.599 rispetto a ieri (+3.161 il giorno prima). Compresi quelli molecolari e gli antigenici, i tamponi totali processati sono stati 433.961, ovvero 97.233 in meno rispetto ai 531.194 di ieri. Il tasso di positività, ieri all'11,3%, oggi è pari all'11,2%. Sul fronte del sistema sanitario si registra un calo delle degenze in ogni area. Sono infatti -201 (ieri -213), per un totale di 8.575 ricoverati, i posti letto occupati nei reparti Covid ordinari. Sono invece -29 (ieri -11) i posti letto occupati in terapia intensiva: il totale dei malati più gravi è ora pari a 563, con 43 ingressi in rianimazione (ieri 50). 

Secondo i dati del monitoraggio dell'Agenzia nazionale per i servizi regionali (Agenas), cala ancora di un punto percentuale a livello giornaliero l'occupazione dei posti letto nei reparti ospedalieri di area non critica da parte di pazienti con Covid. Il valore in Italia torna così al 13% mentre esattamente un anno fa continuava a salire, toccando il 34%. E' stabile attualmente al 6% l'occupazione delle terapie intensive, che un anno fa vedeva, invece, un trend in crescita arrivando a quota 30%.

Approfondisci:

Covid c’è ancora, rimbalzo di contagi. Terza dose meno efficace dopo 2 mesi

Approfondisci:

Covid e obbligo vaccinale over 50, Costa: "Al lavoro per anticipare la fine"

Nel dettaglio, nell'arco di 24 ore, l'occupazione dei posti letto nei reparti di area medica (detta 'non critica') da parte di pazienti con Covid-19, a livello giornaliero, scende in Abruzzo (al 20%) e Lazio (17%), mentre torna a crescere in Basilicata (24%) e Calabria (26%). Il tasso è stabile in 11 regioni e province autonome: Campania (al 14%), Emilia Romagna (13%), Friuli Venezia Giulia (13%), Liguria (15%), Lombardia (8%), Marche (17%), Molise (15%), Pa di Bolzano (13%),Pa Trento (11%), Piemonte (10%), Puglia (19%) Sardegna (20%), Sicilia (24%), Toscana (14%), Umbria (21%), Valle d'Aosta (10%) e Veneto (8%). L'occupazione di posti letto in terapia intensiva da parte di pazienti con Covid-19 cresce, invece, a livello giornaliero in Abruzzo (al 8%) e Umbria (7%) mentre cala in 6 regioni e province autonome: Basilicata (all'1%), Lombardia (4%), Pa Bolzano (1%), Pa Trento (2%), Sardegna (10%), Sicilia (7%). Il tasso di occupazione delle intensive è, invece, stabile in 13: Calabria (7%), Campania (5%),Emilia Romagna (8%), Friuli Venezia Giulia (5%) Lazio (10%), Liguria (7%), Marche (7%), Molise (5%), Piemonte (6%), Puglia (6%), Toscana (9%), Valle d'Aosta (6%) e Veneto (4%). 

In calo nell'ultima settimana anche i ricoveri dei pazienti pediatrici monitorati nei quattro ospedali pediatrici e nei reparti di pediatria degli ospedali sentinella della rete Fiaso (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere): la percentuale di ospedalizzazioni si è ridotta in una settimana del 15%. Il 59% ha tra 0 e 4 anni, il 18% tra 5 e 11 anni, il 23% tra 12 e 18 anni. In particolare i neonati, da 0 a 6 mesi, costituiscono il 36% del totale. Il numero di casi di piccoli pazienti ricoverati con entrambi i genitori non vaccinati è pari al 37%. 

Sommario

Il bollettino di oggi

Regioni / Lazio

"Oggi nel Lazio su 18.933 tamponi molecolari e 38.807 tamponi antigenici per un totale di 57.740 tamponi, si registrano 5.642 nuovi casi positivi (-572), sono 13 i decessi (-2), 1.073 i ricoverati (+13), 89 le terapie intensive (-3) e +7.327 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 9,7%. I casi a Roma città sono a quota 2.540. Si riduce il divario tra i guariti e i nuovi casi. Fine stato di emergenza non significa un tana libera tutti. E' importante che coloro che sono stati positivi e non hanno fatto la dose booster la facciano trascorsi i 120 giorni". Lo dichiara in una nota l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

Lombardia

A fronte di 63.772 tamponi effettuati, sono 5.583 i nuovi positivi (8,7%) al Covid registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore e 14 i morti. Lo ha riferito la Regione nel suo bollettino quotidiano sull'andamento della pandemia. In terapia intensiva sono ricoverate 79 (-2) persone, mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono 794 (-27). I nuovi casi per provincia sono: Milano 2.023 di cui 981 in città, Bergamo 379, Brescia 584, Como 378, Cremona 180, Lecco 195, Lodi 93, Mantova 238, Monza e Brianza 415, Pavia 274, Sondrio 45 e Varese 496.

Sicilia

Sono 4.884 i nuovi casi di Covid19 registrati in Sicilia a fronte di 36.532 tamponi processati. L'isola è al terzo posto per contagi. I positivi sono 220.062 con un decremento di 6.410 casi. I guariti sono 12.609 mentre le vittime sono 26 portano il totale dei decessi a 9.681. Sul fronte ospedaliero sono 960 ricoverati con un ricovero in più rispetto a ieri, in terapia intensiva sono 66, tre casi in più rispetto a ieri. Questi i dati del contagio nelle singole province: Palermo con 1.676 casi, Catania 996, Messina 779, Siracusa 497, Trapani 595, Ragusa 421, Caltanissetta 318, Agrigento 710, Enna 233.

Campania

In Campania, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 4.303 positivi al Coronavirus (3.388 al test antigenico e 915 al tampone molecolare), dati che tengono conto dell'aggiornamento sulle misure di quarantena e isolamento del ministero della Salute. Sono 7 i decessi nelle ultime 48 ore, dei quali 2 avvenuti in precedenza ma registrati ieri. A comunicarlo l'Unità di crisi regionale. I tamponi processati ieri sono stati 33.077 di cui 20.240 test antigenici e 12.837 molecolari. Il report posti letto su base regionale riporta 631 posti letto di terapia intensiva disponibili, di cui 28 occupati mentre i posti letto di degenza disponibili, tra posti letto Covid e offerta privata 3.160, di cui 547 occupati.

Veneto

Si abbassa il numero dei nuovi contagi Covid nelle ultime 24 ore in Veneto: sono 3.982, rispetto ai 5.263 del giorno precedente. Si contano anche 14 vittime. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il totale dei casi dall'inizio dell'epidemia è di 1.362.882, quello dei decessi 13.937. Flettono i dati degli ospedali: sono 884 (-29) i malati ricoverati in area medica, e 67 (-6) quelli in terapia intensiva. Gli attuali positivi continuano a scendere, 49.134 (-116). La campagna vaccinale è sempre su numeri residuali. Ieri sono state effettuate 3.243 somministrazioni, sostenute soprattutto dalle terze dosi (2.779). 

Toscana

Sono 3.172 i nuovi casi di Coronavirus registrati nelle 24 ore in Toscana su 24.650 test, di cui 6.886 tamponi molecolari e 17.764 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 12,87% (53,3% sulle prime diagnosi). Lo rende noto il presidente della Regione Eugenio Giani. Si conferma la tendenza al rialzo dei casi giornalieri rispetto alla scorsa settimana. Rispetto a ieri i contagi sono in calo (erano 3.840), anche se restano superiori rispetto ai dati giornalieri registrati la scorsa settimana, a fronte di un minor numero di test (erano 31.485), e il tasso di positività è lievemente aumentato (era 12,20%). 

Calabria

Le persone risultate positive al Covid, in Calabria, sono 233.237, 2.532 in più rispetto a ieri. Il dato emerge dal bollettino della Regione dal quale si apprende anche che sono 7 le persone morte a causa del coronavirus nelle ultime 24 ore. Le persone ricoverate nei reparti sono 309, con un incremento di 17 casi, mentre è in calo il numero dei ricoveri in terapia intensiva (-1) dove comunque sono in cura 14 pazienti. 

Emilia-Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 1.204.720 casi di positività, 2.517 in più rispetto a ieri, su un totale di 19.343 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 10.633 molecolari e 8.710 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 13%. L'età media dei nuovi positivi di oggi è di 40,3 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 554 nuovi casi (su un totale dall'inizio dell'epidemia di 247.267), seguita da Modena (335 su 186.750); poi Reggio Emilia (294 su 132.661), Ferrara (278 su 82.564), Parma (228 su 98.333) e Ravenna (223 su 110.935); quindi Rimini (188 su 118.768), Cesena (134 su 68.013), Piacenza (118 su 65.224) e Forlì (110 su 56.918); infine il Circondario imolese, con 55 nuovi casi di positività su un totale da inizio pandemia di 37.287. I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 28.134 (+779). 

Piemonte

Oggi l'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.899 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19, pari al 7,1% di 26.924 tamponi eseguiti, di cui 22.587 antigenici. Il totale dei casi positivi diventa 998.178, così suddivisi su base provinciale: 82.996 Alessandria, 45.773 Asti, 38.609 Biella, 132.785 Cuneo, 75.465 Novara, 530.780 Torino, 35.506 Vercelli, 35.894 Verbano-Cusio- Ossola, oltre a 4.920 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 15.450 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 31 (-6 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 654 (-36 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 41.547. I tamponi diagnostici finora processati sono 15.894.147 (+26.924 rispetto a ieri). 

Marche

Prosegue nelle Marche il rialzo di incidenza di casi di coronavirus ogni 100mila abitanti, seppure in maniera non brusca: nel giro di cinque giorni si è riportata sopra quota 700 (da 584,38 a 703,07) dopo i 1.748 casi rilevati nell'ultima giornata. Lo fa sapere la Regione. Nella settimana prima inversione di tendenza nella rilevazione dei nuovi positivi Sars-CoV-2: +11%, da 9.484 casi/settimana a 10.556 casi/settimana. Nell'ultima giornata si è abbassata la percentuale di positivi tra i tamponi del percorso diagnostico (38,8% su 4.500); in tutto eseguiti 6.046 tra cui 1.546 nel percorso guariti. I sintomatici sono 319; i casi comprendono 524 contatti stretti di positivi, 466 contatti domestici, 28 in ambiente di scuola/formazione, 5 ambiente di vita/socialità, 3 in setting lavorativo, uno ciascuno in setting assistenziale e sanitario. La provincia di Ancona ha registrato 522 positivi; a seguire, sempre a livello provinciale, Macerata (366), Pesaro Urbino (309), Ascoli Piceno (290) e Fermo (200); 91 i casi da fuori regione. Tra le fasce d'età è sempre quella tra i 25 e 44 anni a far rilevare il numero più alto di contagi (469), seguita da 45-59 anni (379), 60-69 anni (149), 19-24 anni (148) e 14-18 anni (147).

Sardegna

In Sardegna si registrano oggi 1.632 ulteriori casi confermati di positività al Covid (di cui 1367 diagnosticati da antigenico). Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 10120 tamponi. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 17 (-3). I pazienti ricoverati in area medica sono 318 (-5). 23488 sono i casi di isolamento domiciliare (-595). Si registrano 5 decessi: una donna di 88 anni e un uomo di 37, residenti nella Città Metropolitana di Cagliari; due donne di 64 e 76 anni, residenti nella provincia del Sud Sardegna e un uomo di 85 anni, residente nella provincia di Sassari. 

Umbria

Ancora una discesa di ricoverati Covid in Umbria, 140, cinque in meno di martedì, mentre scendono a cinque, da sei, i posti occupati nelle terapie intensive. Segnalati altri tre morti e sale al 17,79 per cento il tasso di positività dei test per la ricerca del virus. Emerge dai dati sul sito della Regione. Nell'ultimo giorno sono stati accertati 1.499 nuovi positivi, scaturiti dall'esame di 2.339 tamponi e 6.083 test antigenici, con un tasso di positività sul totale pari al 17,79 per cento, mentre era 15,3 martedì e 11,37 lo stesso giorno della scorsa settimana. Sempre nelle ultime 24 ore sono stati certificati 767 guariti, con gli attualmente positivi che salgono 11.344, 729 in più. 

Abruzzo

Sono 1.211 i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 273273. Dei positivi odierni, 774 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. I decessi nelle ultime 24 ore sono tre col totale dei morti che sale a 3.006. Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 62.512. I ricoverati in ospedale sono 276 (-2 rispetto a ieri) di cui 10 (-4 rispetto a ieri) in terapia intensiva. Le persone in isolamento sono 62.226 (-3733 rispetto a ieri). Il tasso di positivitè è pari al 10,29%. 

Liguria

I nuovi casi in Liguria sono 1187, emersi da 10665 tamponi (3134 molecolari e 7531 test antigenici). Il tasso di positività è all'11,12%. I nuovi positivi sono 609 nell'area di Genova, 157 nel Savonese, 154 nello Spezzino, 138 nel Tigullio, 127 nell'Imperiese e due sono cittadini non residenti in regione. Gli ospedalizzati sono stabili: 261 come ieri. Tra questi 15 sono in terapia intensiva (erano 16), 5 non sono vaccinati. 

Le altre regioni

In Friuli Venezia Giulia si registrano 748 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. In Basilicata 611, nella Provincia di Bolzano e in Alto Adige 566; in Molise 297. In Valle D'Aosta i nuovi positivi sono 45.

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?