1 mag 2022

Aggressione Napoli, titolari di una pescheria picchiati da un branco di ragazzi

Dieci ragazzi hanno aggredito un 61enne e i suoi due figli, si pensa si tratti di una missione punitiva per aver reagito agli insulti

featured image
Carabiniere

Napoli, 1 maggio 2022 – Sono stati aggrediti da un gruppo di ragazzi i tre titolari di una pescheria di Napoli, picchiati mentre aprivano la serranda del negozio. È successo questa mattina in via Salvator Rosa, davanti al negozio "Il figlio del mare"vittime dell’aggressione sono un uomo di 61 anni e i suoi due figli di 30 e 38 anni. Si pensa a una missione punitiva per aver reagito agli sfottò. Sabato notte di violenza a Napoli, dove un uomo armato ha ferito diversi ventenni in giro per la città: ecco cosa è successo.

Approfondisci:

Chiave infilzata in testa, 12enne aggredito da coetaneo a Napoli. "Disturbi post Covid"

I tre negozianti sono stati avvicinati da alcuni ragazzi a bordo di un'auto, che li hanno infastiditi e presi in giro. I figli del negoziante sarebbero intervenuti in difesa del padre e avrebbero messo in fuga gli occupanti dell'auto. Sempre secondo una prima sommaria ricostruzione fornita dai carabinieri, ancora da verificare, poco dopo sarebbero arrivati almeno quattro scooter con a bordo una decina di persone, ne è quindi nata una rissa nella quale ha avuto la peggio il 61enne, che è stato trasportato dal 118 in codice giallo all'ospedale Cardarelli per una ferita alla mano. Sono in corso indagini da parte dei carabinieri della compagnia Stella: i militari sentiranno gli interessati per comprendere meglio la vicenda. La vicenda ricorda la morte del pescinvedolo di Boscoreale, ucciso per aver reagito ai rapinatori, tagliandogli le ruote della machhina.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?