Mercoledì 22 Maggio 2024

Malika Ayane sarà la madrina del ‘Napoli Pride 2024’. La cantante: “Profondamente orgogliosa”

La cantautrice sarà presente alla parata del 29 giugno: “Fiera di poterne fare parte”

Malika Ayane al Festival di Sanremo 2024

Malika Ayane al Festival di Sanremo 2024

Napoli, 23 aprile 2024 – Malika Ayane sarà la madrina del ‘Napoli Pride 2024’: una settimana di eventi che si concluderà con la parata in programma il prossimo 29 giugno. “Sono profondamente orgogliosa: la festa è l’apice del lavoro per rendere il presente migliore, fiera di poterne essere parte”, dice la cantautrice, che ha confermato la sua presenza al Pride.

Ad annunciare la presenza di Malika al Pride 2024 è Diego Di Flora, confermato nuovamente alla direzione artistica. “Malika Ayane ha risposto al messaggio che le ho inviato per invitarla dopo pochi minuti”, sottolinea Di Flora. “Si è sempre esposta con convinzione nella lotta contro le discriminazioni che ancora resistono nel nostro Paese. La sua immagine di donna forte, indipendente e determinata mi ha sempre affascinato e sono sicuro che con la sua eleganza e con la potenza della sua voce potrà, ancora una volta, trasmettere un messaggio intenso per l'intera comunità LGBTQIA+”.

Malika: “Fiera di poterne fare parte”

“Orgogliosa di partecipare al Napoli Pride in un momento in cui, uno dei luoghi ai quali sono più affezionata e che amo da tempo, è finalmente al centro del mondo grazie alla sua bellezza ed energia”, aggiunge Malika Ayane.

“Negli ultimi anni molte cose sono cambiate in meglio per rendere l'Italia un paese più inclusivo. Il cambiamento però è un percorso lungo – continua – che passa soprattutto attraverso l'impegno quotidiano e che nella parata trova la sua celebrazione. Come al solito, quello che si vede, la festa, è solo l'apice del lavoro di tanti che fanno il possibile per rendere il presente il migliore possibile. Fiera di poterne essere parte”.

Gli organizzatori: “Madrina d'eccezione”

“Lieti e fieri di avere anche quest'anno una madrina del Pride d'eccezione. Siamo riconoscenti agli artisti che in questi anni si sono esposti e hanno condiviso le nostre battaglie di civiltà e avanzamento dei diritti a tutela di tutte e tutti”, replicano dal Comitato Napoli Pride, costituito dalle associazioni Coordinamento Campania Rainbow, Alfi Le Maree Napoli, Antinoo Arcigay

Napoli, ATN Associazione Trans Napoli e Pride Vesuvio Rainbow .