Neve (iStock)
Neve (iStock)

Roma, 18 novembre 2018 - Neve in arrivo sulle pianure del Nord Italia. Le ultime previsioni meteo confermano sostanzialmente il quadro descritto nelle scorse ore. Con qualche aggiustamento: se infatti fino a ieri sembrava altamente probabile una caduta dei fiocchi anche nella città di Milano, le nuove stime de ilMeteo.it - che aveva anticipato la tendenza - ora escludono questa possibilità, spostando il raggio d'azione delle nevicate più sull'Emilia occidentale. Vediamo in dettaglio come si sta evolvendo la situazione. 

Ultimi aggiornamenti: incognita neve in pianura

IL VORTICE FREDDO - Mentre sul nord Europa staziona l'alta pressione (in Islanda si registra un caldo record per la stagione), al Sud un fronte freddo si muove dall'Europa orientale impattando sull'Italia. Gli effetti sono già percepibili da alcune ore con il calo drastico delle temperature, scese fino a 6 gradi sotto la media del periodo.  "Nel suo moto scaverà un centro di bassa pressione in prossimità della Sardegna - spiega 3bMeteo.it - responsabile di tempo instabile in molte parti dello Stivale. Il tutto accompagnato da un ulteriore calo termico al Nord, un rialzo invece al Sud". Il peggioramento si avrà gradualmente nella giornata di domani.  "Le precipitazioni assumeranno carattere di nubifragi sul Lazio fino a Roma, sulla Campania come a Napoli e poi sulla Romagna", scrive ilMeteo.it. Le piogge arriveranno anche sulla Sardegna, dove la protezione civile ha emesso un'allerta arancione per temporali e vento,  Abruzzo, Molise e Lucania. 

A Venezia ci si aspetta acqua altaMa il fattore senz'altro più eclatante è la neve a bassa quota al Nord, già annunciata nelle previsioni del tempo dei giorni scorsi. Man mano che ci si savvicina al clou, il quadro diventa più chiaro e le stime più affidabili. 

Tenerife, onde giganti spazzano via i balconi. Il video impressionante

NEVE FINO IN PIANURA: ECCO DOVE - Domani, lunedì 19 novembre, le prime nevicate sono attese fino quota  600/800m sulle Alpi. Nella notte i focchi bassi raggiungeranno le colline tra basso Piemonte e la Liguria di Ponente. Mentre sull'Appennino non scenderanno sotto i 600 metri. Nelle prime ore di martedì 20 novembre dovrebbe manifestarsi il grosso della perturbazione. IlMeteo.it si spinge oltre: "La neve cadrà sul Piemonte - scrive - sulla Lombardia a 2/300metri o a quote più basse fino al piano, sull’Emilia Romagna fino in pianura sulla parte occidentale fino a Modena o eccessivamente Bologna, e pure per un’ora o due sul Veneto fino a quote basissime". 

LE CITTA' A RISCHIO - Milano, che fino a ieri era inclusa tra le città imbiancate, adesso è stimata al di fuori delle raggio delle precipitazioni nevose. La neve potrebbe piuttosto "accumularsi più copiosamente fino a 8cm sull’Emilia tra Parma e Piacenza e Reggio Emilia", aggiunge ancora ilMeteo.it. Più cauto relativamente all'Emilia il sito 3BMeteo che per la giornata di martedì prevede nevicate sull'"Appennino emiliano-romagnolo, ivi con fiocchi coreografici sino ai fondivalle". 

Previsioni neve Emilia Romagna 

Secono il Meteo di Giuliacci "le città dove è probabile che nevichi nella prima parte del 20 novembre sono: Torino, Asti, Cuneo, Piacenza, Parma, Malapena".