Giovedì 16 Maggio 2024

Quando torna il caldo? Avanti con la parentesi invernale fino al 25 aprile (almeno). Le previsioni per il ponte

L'Italia sarà interessata da correnti provenienti dalle latitudini artiche. Un lungo periodo freddo, che manderà in sofferenza la vegetazione. La mappa di 3bmeteo

Roma, 20 aprile 2024 – Freddo, in particolare al mattino, precipitazioni anche nevose a quote basse, temporali e instabilità per un periodo piuttosto lungo. La primavera ha battuto in ritirata e per i ponti di 25 aprile e 1 maggio ci sono ancora molte incognite. Edoardo Ferrara di 3bmeteo spiega che "anche nei prossimi giorni, e almeno fino al 25 aprile, l'Italia sarà interessata da correnti provenienti dalle latitudini artiche, quindi decisamente fredde per il periodo, riportandoci indietro di oltre un mese sul calendario". 

Approfondisci:

Choc termico, torna il caldo fino a 30 gradi: tre giorni d’estate. “Meteo da montagne russe, ecco le conseguenze”. La mappa

Choc termico, torna il caldo fino a 30 gradi: tre giorni d’estate. “Meteo da montagne russe, ecco le conseguenze”. La mappa
La neve negli ultimi giorni in Appennino (foto Ansa)
La neve negli ultimi giorni in Appennino (foto Ansa)

Sommario

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui

Temperature invernali e danni alla vegetazione

L’esperto avverte: "Il sole ormai alto sull'orizzonte mitigherà certamente il clima diurno, ma in montagna farà decisamente freddo per il periodo, mentre nottetempo e in pianura le minime potranno scendere sotto i 5-7 gradi anche in pianura. Ciò manderà in sofferenza la vegetazione, e relativa fioritura, che peraltro si era risvegliata con largo anticipo durante la fasi di caldo anomalo di marzo e dei primi giorni di aprile. Non sono da escludersi gelate notturne tardive fino a quote collinari al Nord e in generale su vallate alpine e appenniniche". Le piogge e le nevicate serviranno dunque ad allontanare lo spettro della siccità, ma un freddo fuori stagione è sempre una cattiva notizia per l’agricoltura, soprattutto se entra in scena dopo un lungo periodo mite.

La neve dove questo inverno non è caduta

"Tra sabato e domenica – continua Edoardo Ferrara – un nuovo impulso di matrice artica attraverserà l'Italia portando rovesci e temporali sparsi, localmente accompagnati da grandinate anche di una certa rilevanza - prosegue Ferrara di 3bmeteo.com -. Maggiormente coinvolto il Centro Sud con la neve che potrà spingersi fin sotto i 1.000 metri in Appennino durante i rovesci più intensi. Per quanto riguarda invece il Nord, sabato è previsto qualche veloce rovescio, specie su Triveneto e Lombardia orientale, mentre domenica sera si concretizzerà un nuovo peggioramento con fenomeni sparsi in particolare al Nord Ovest. Le temperature saranno in generale spesso sotto la media". Lunedì altra giornata di brutto tempo, con temperature che in città come Milano, Bologna o Torino potrebbero non superare i 10 gradi.

Approfondisci:

Stangata su voli, benzina e alberghi. Ponti del 25 aprile e 1° maggio a rischio. La mappa dei rincari

Stangata su voli, benzina e alberghi. Ponti del 25 aprile e 1° maggio a rischio. La mappa dei rincari

Il ponte del 25 aprile

E per i giorni festivi? “Stando alle ultime proiezioni nella giornata del 25 aprile dovrebbero, condizionale ancora d'obbligo, essere più protette dall'instabilità le regioni centro meridionali mentre il Nord potrebbe ancora risentire di situazioni piovose”. Successivamente “e dunque da venerdì al weekend, la circolazione fredda tenderà a puntare più a Ovest, con un vortice tra la Spagna e il Regno Unito. Se la tendenza sarà confermata l'Italia si troverà nel ramo ascendente delle correnti umide relative a quel vortice e dunque con possibilità di nuove fasi piovose”. Potrebbe risultate maggiormente protetto il Centro Sud.

La mappa di 3bmeteo