Un bar inglese ha lanciato una nuova (ironica) religione
Un bar inglese ha lanciato una nuova (ironica) religione

Il Regno Unito sta passando dal lockdown nazionale alle misure regionali, ma comunque per i bar e i ristoranti all'interno delle zone a livello massimo di allerta (il cosiddetto Tier 3) la situazione non cambia: la serranda resta abbassata. In compenso, in tutto il paese potranno riaprire i luoghi di culto. E allora diventiamo anche noi una chiesa, si è detto il proprietario del 400 Rabbits, una tequileria della città di Nottingham, che ha inoltrato richiesta formale alle autorità per il riconoscimento del suo bar come sede della neonata religione, la Church of the 400 Rabbits.

Il titolare James Aspell ha raccontato a un quotidiano locale che non ha intenzione di offendere nessuno né di fare il furbetto dribblando le restrizioni, anche perché le chance che la richiesta venga approvata sono minime. La trovata vuole essere piuttosto un modo ironico per sottolineare quelle che lui definisce le ipocrisie delle norme contro la pandemia: "Il nostro scopo è semplice", si legge sul sito della Chiesa dei 400 Conigli, "offrire un luogo di culto per la nostra divinità, il coniglietto del Mezcal. Un posto dove puoi rifugiarti a bere un drink […] lontano dalle palestre affollate, dai supermercati, dai negozi, dai saloni di bellezza, dai centri massaggio, dai cinema, dai mercatini di Natale, dalle scuole, dalle agenzie di scommesse e da qualunque altra attività a cui sarà concesso di aprire mentre i bar e i ristoranti resteranno chiusi".

Nell'attesa di conoscere l'esito della pratica, la chiesa-bar sta arruolando aspiranti membri: chi desidera unirsi alla congregazione può farlo gratuitamente come semplice fedele oppure, donando dieci sterline, come "Reverendo dei conigli retti". I credenti verranno invitati a partecipare alle funzioni, se "la nostra totalmente ridicola richiesta verrà approvata (ma non succederà mai)". Le elargizioni saranno devolute in beneficenza a un'organizzazione di Nottingham che fornisce assistenza ai senzatetto.


Leggi anche:
- Lockdown, un ristorante tedesco fa sedere ai tavoli cento panda di peluche come protesta
- Covid, facciamo fatica a riconoscere il volto di chi indossa la mascherina
- Anche le candele profumate sono 'vittime' del Covid-19