I cani piccoli possono essere più aggressivi dei cani più grandi
I cani piccoli possono essere più aggressivi dei cani più grandi

In là con gli anni, maschio, timoroso, taglia piccola, vive senza compagni ed è il primo cane di proprietà del padrone: se il tuo amico a quattro zampe risponde a questa descrizione, probabilmente avrà un bel caratterino. Secondo quanto afferma un nuovo studio dell'Università di Helsinki, sono queste le caratteristiche che aumentano la probabilità che un cane sia aggressivo verso il padrone o verso persone estranee. C'entra anche la razza, ma in misura meno determinante di quanto si possa pensare.

I ricercatori hanno esaminato i dati di 9270 cani, cercando di individuare quali siano le circostanze e i motivi che inducono atteggiamenti ostili. Degli esemplari del campione, 1791 rispondevano ai criteri per classificarli come aggressivi, ossia ringhiavano spesso oppure avevano provato a mordere una persona in determinate situazioni.

I cani con un carattere pauroso sono risultati in media più aggressivi, e così anche quelli anziani rispetto ai giovani. "Una delle ragioni potrebbe essere il dolore legato a una malattia", spiega l'autrice Salla Mikkola; "Quando i sensi dell'animale sono in qualche modo compromessi, ciò potrebbe contribuire a rendergli più difficile accorgersi di una persona che si avvicina, e la risposta dei cani alle situazioni improvvise può essere aggressiva".

E ancora: i cani piccoli tendono a "compensare" il loro formato ridotto e sono più inclini agli scatti di rabbia rispetto a quelli di taglia media e grande, ma è anche vero che sono percepiti come poco minacciosi. È più probabile che l'aggressività si manifesti nei maschi rispetto alle femmine, e nei cani che vivono senza la compagnia di loro simili in casa. Infine, i cani di padroni che possiedono un animale per la prima volta, e quindi meno esperti su come educarlo e gestirlo, possono sviluppare comportamenti ostili più facilmente rispetto ai cani di padroni navigati.

Per quanto riguarda le razze, le più aggressive individuate dalla ricerca sono il cane da pastore scozzese a pelo lungo (il collie, che spesso ha un carattere facile allo spavento), il barbone toy, nano e medio, lo Schnauzer nano, il pastore tedesco, il lagotto e il cane d'acqua spagnolo. In linea con la loro fama, il Labrador e il Golden retriever si confermano invece i bonaccioni del gruppo.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Scientific Reports.

Leggi anche:
- I cani con il muso corto ti guardano negli occhi più degli altri
- Destri o mancini, anche i cani hanno una zampa preferita
- Cani: ecco le razza più popolari nel mondo