Roma, 25 febbraio 2021 - Domani (venerdì) è come di consueto il giorno del cambio di colore delle regioni. L'Iss comunicherà l'esito del report settimanale con in prima evidenza l'indice di trasmissibilità Rt che - come ha detto in parlamento il ministro della Salute Speranza si avvia a superare l'1. Poi si riunirà la cabina di regia e si conosceranno le decisioni del ministro Speranza. Oggi al summit governo-enti locali la ministra degli Affari Regionali, Mariastella Gelmini ha confermato che nel nuovo Dpcm il sistema a zone colorate resterà. I dati intanto continuano a preoccupare: secondo l'Agenas otto regioni hanno oltrepassato la soglia del 30% di occupazione delle terapie intensive. E secondo la Fondazione Gimbe boom di contagi in 41 province.

Colori regioni: aggiornamenti del 26 febbraio in tempo reale

Covid: il bollettino del 26 febbraio

Draghi alla Ue: accelerare sui vaccini

Sei regioni in bilico

Attualmente sembrano sei le regioni in bilico di passare dalla zona gialla a quella arancione: Piemonte, Marche, Basilicata, Puglia e Lombardia e il Lazio. In particolare il Piemonte ha già annunciato lo scenario più restrittivo.  Forte rischio anche per Lombardia (impennata di casi oltre 4mila) e Marche.  La Sardegna invece potrrebbe essere la prima ad andare in zona bianca. Ma tutto dipenderà ovviamente dai dati che usciranno dal monitoraggio dell'Iss.

Seconde case: quando e come possiamo andarci

C'è poi da tenere presente che in molti territori ci saranno ulteriori restrizioni (zone arancioni scuro e micro zone rosse) rispetto al quadro nazionale per via del dilagare delle varianti. E' il caso della Toscana (in zona arancione) ma con alcune città in cui potrebbe scattare addirittura la zona rossa (è il caso di Pistoia e SIena, che vanno in lockdown). C'è poi il caso dell'Emilia Romagna dove Bologna da lunedì primo marzo va in zona arancione scuro dopo che già altri 14 comuni sono entrati in questa fascia locale rafforzata (il numero dei casi aumenta, vedremo se addirittura può rischiare una zona rossa generale).

Timori anche in Campania dove il sindaco di Napoli Luigi De Magistris paventa addiritturaun ritorno in zona rossa. 

Da quando i cambi

Le regioni che domani cambieranno zona entreranno nella nuova a partire da lunedì: la ministra degli Affari Regionali, Mariastella Gelmini, ha confermato oggi alle Regioni che le ordinanze entreranno in vigore il lunedì e non più la domenica.