Roma, 26 febbraio 2021 - Ancora in salita i contagi dell'epidemia da Coronavirus in Italia (tornano sopra quota 20mila), ma in leggero calo i decessi, proprio nel giorno del cambio di colore delle Regioni (qui quali rischiano l'arancione e il rosso). Come ogni venerdì, infatti, oggi l'Iss ha comunicato i dati del monitoraggio settimanale e si conferma, per la quarta settimana consecutiva, un peggioramento nel livello generale del rischio, con 15 Regioni con un rischio alto o moderato. Con l'indice Rt che sfiora l'uno, c'è quindi particolare attenzione anche per gli aggiornamenti del ministero della Salute su contagi Covid, attualmente positivi, morti, guariti e terapie intensive, vista la risalita della curva epidemica degli ultimi giorni (quasi 20.000 casi ieri) e l'allarme continuo delle nuove varianti Covid, che rendono il virus più contagioso soprattutto fra i giovani. Intanto, da lunedì la Campania chiude tutte le scuole per i casi di "variante inglese", come ha spiegato il governatore Vincenzo De Luca: "Non credo che dobbiamo aspettare che ci sia un'epidemia diffusa di Covid anche fra i ragazzi di 10, 15 o 18 anni", ha detto il presidente della Regione, aggiungendo che "prima dobbiamo completare la vaccinazione del personale scolastico e poi parleremo di riapertura". 

Sempre per oggi è stata inviata alle Regioni la bozza del nuovo Dpcm, che sostituirà quello in scadenza il 5 marzo. E il Cts si è riunito in giornata per fare un punto anche sulla riapertura di cinema e teatri: via libera il 27 marzo in zona gialla.

Covid, il bilancio del 26 febbraio

Secondo i dati del bollettino emessi oggi si registrano 20.499 nuovi casi, e 253 decessi. I dati del ministero della Salute ieri indicavano 19.886 positivi e e 308 morti. Con 325.404 tamponi (quasi 30mila in meno), l'indice di positività sale al 6.3%, mentre ieri era del 5,6%. In terapia intensiva ricoverati 2.194 i pazienti, un dato in aumento di 26 unità rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri nel reparto di rianimazione sono stati 188. Invece i ricoveri nei reparti ordinari sono stati 18.292, 35 in più. I guariti sono 11.714 e gli attuali positivi salgono di 8.521: per un totale di 404.664. Le persone in isolamento domiciliare sono 384.178. La regione con più positivi è la Lombardia (4.557), segue l'Emilia Romagna (2.575) e Campania (2.519).

I numeri delle Regioni

Le notizie locali / Emilia Romagna

Continua a crescere la curva dei contagi da Covid in Emilia-Romagna. Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, si sono registrati 255.479 casi di positività, quindi 2.575 in più rispetto a ieri, su un totale di 40.148 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 6,4%.  Purtroppo, inoltre, si registrano 31 nuovi decessi. In totale, dall'inizio dell'epidemia i decessi in regione sono stati 10.489. 

Lombardia

In Lombardia 4.557 nuovi casi (186 'debolmente positivi'). I tamponi effettuati sono stati 46.725 (34.454 molecolari e 12.271 antigenici). Il tasso di positività sale al 9.7% (ieri 8.2%). I decessi 48. I pazienti in terapia intensiva aumentano di 9 unità, per un totale di 416, invece 4.034 ricoveri normali, cresciuti di dieci pazienti. Nello specifico nel Milanese 1.145 nuovi casi, di cui 457 nel capoluogo (ieri nella Città metropolitana di Milano erano 1.072, di cui 409 a Milano). Nel Bresciano 918 (ieri 973) contagi, mentre nelle altre province lombarde: Bergamo: 358 casi; Como: 289; Cremona: 149; Lecco: 197; Lodi: 51; Mantova: 180; Monza e Brianza: 505; Pavia: 220; Sondrio: 78; Varese: 365. Intanto oggi sono partite le vaccinazioni delle persone di età compresa tra i 60 e i 79 anni nelle zone 'a rischio', ovvero i comuni al confine tra Brescia e Bergamo dove sono stati individuati focolai della variante inglese. Proseguono anche le vaccinazioni agli over 80. 

Campania

Ulteriore balzo in avanti per la curva dei contagi in Campania dove il tasso di incidenza dei positivi oggi è dell'11,23%. Secondo i dati dell'Unità di crisi della Regione Campania sono 2.519 (di cui 467 casi identificati da test antigenici rapidi) i casi positivi su 22.416 tamponi esaminati. Ieri l'incidenza era del 10,08%. Undici le persone decedute, delle quali nove nelle ultime 48 ore, e 1779 le persone guarite. Aumentano i pazienti in terapia intensiva: ieri i posti letto occupati erano 131 ed oggi sono 144; mentre cala la degenza ordinaria dove ieri i posti letto occupati erano 1305 ed oggi 1294.

Piemonte

Cresce ancora il numero di nuovi casi positivi in Piemonte, oggi 1.526 (contro i 1.454 di ieri), ma c'è stato un incremento anche dei tamponi diagnostici processati, 25.724 (ieri 21.391) e il rapporto positivi/tamponi scende al 5,9%, dal 6.8% di giovedì. Il bollettino dell'Unità di crisi della Regione riporta 5 decessi (1 oggi), situazione stabile nel dato dei pazienti ricoverati in terapia intensiva, 163(+1 rispetto a ieri), mentre cresce di 29 il numero dei malati negli altri reparti Covid, in totale 1.938. Le persone in isolamento domiciliare sono 13.009, i guariti +721.

Toscana

Ancora alti i numeri sui contagi da Covid in Toscana: il bollettino giornaliero riporta oggi 1.254 casi di contagio su 23.028 test, con un tasso di positività del 5.45% (10,6% sulle prime diagnosi). I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 132.523 (86% dei casi totali), mentre gli attualmente positivi sono oggi 16.883, +4,7% rispetto a ieri. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid sono complessivamente 1.007 (5 in meno rispetto a ieri, meno 0,5%), 163 in terapia intensiva (4 in più rispetto a ieri, più 2,5%). Si registrano anche 22 nuovi decessi.

Lazio

Nel Lazio, a fronte oltre 34 mila test effettuati, si registrano 1.539 positivi (283 in più rispetto a ieri). I decessi sono 19, uno in più, mentre si conta un aumento tra i guariti di 1.082 unità. I dati sono stati forniti dall'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. Nella regione quindi salgono i casi, i decessi e i ricoveri, ma diminuiscono le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, dato ridotto se si considerano anche gli antigenici: 4%. A Roma registrati 732 nuovi casi. 

Veneto

"Una lenta, timida crescita": così il Presidente del Veneto Luca Zaia commenta i dati Covid di oggi nella regione. L'ultimo bollettino dà conto di 1.174 positivi (con un'incidenza del 3,05%). "Oggi abbiamo 23.439 positivi - aggiunge il Governatore - è il primo giorno che il dato aumenta". 

Puglia

Su 8.179 test per l'infezione da Covid-19 sono stati registrati oggi in Puglia 1.104 casi positivi (con un tasso di positività del 13,50%, in salita rispetto all'11,25% di ieri) e 22 decessi. I nuovi infetti sono così registrati: 429 in provincia di Bari, 88 in provincia di Brindisi, 75 nella provincia BAT, 172 in provincia di Foggia, 76 in provincia di Lecce, 258 in provincia di Taranto, 3 casi fuori regione, 3 casi provincia di residenza non nota. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.540.574 test. 108.948 sono i pazienti guariti. 32.039 sono i casi attualmente positivi.

Marche

Anche oggi dati alti nelle Marche: sono 686 i contagi registrati nelle ultime 24 ore, con 5.563 tamponi: 3.475 nel percorso nuove diagnosi (2.318 tamponi molecolari e 1.157 nello screening con percorso antigenico) e 2.088 nel percorso guariti. Dei 686 casi odierni, 84 sono stati rilevati in provincia di Macerata, 323 ad Ancona, 144 a Pesaro-Urbino, 37 a Fermo, 66 ad Ascoli Piceno e 32 fuori regione. Intanto, è stata firmata oggi dal presidente della Regione, Francesco Acquaroli, un'ordinanza che dispone, a partire da domani, sabato 27 febbraio, e fino al 5 marzo (giorno di scadenza dell'attuale Dpcm), la didattica a distanza al 100% in tutte le scuole superiori delle Marche. Nelle sole province di Ancona e Macerata la stessa modalità in Dad al 100% riguarderà anche le seconde e terze classi delle scuole medie.

Abruzzo

Sono 594 i casi di Covid-19 registrati oggi in Abruzzo e risultati dagli 8.929 test fatti (5.828 tamponi rapidi e 3.101 test antigenici), che portano il totale di contagi, da inizio emergenza, a 53.545. I casi di oggi fanno riferimento a persone di età compresa tra i 7 mesi e i 102 anni, inclusi 101 giovani sotto i 19 anni. Sono 10 i decessi di oggi, con il totale che sale a 1.689. Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 733.700 tamponi molecolari e 242.281 test antigenici. Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 6.6 per cento.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.873 tamponi molecolari sono stati rilevati 294 nuovi contagi con una percentuale di positività del 5,01%. Sono inoltre 2.718 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 174 casi (6,40%). I decessi registrati sono 6, i ricoveri nelle terapie intensive sono 56 e quelli in altri reparti 348. 

Alto Adige

In Alto Adige, dove fino al 14 marzo è in vigore un 'lockdown duro' senza possibilità di spostamento tra comuni se non per motivi di lavoro, salute o urgenti, nella giornata di ieri sono emersi 350 nuovi casi Covid-19 su 12.745 tamponi processati. Nuova impennata giornaliera di decessi, ben 7, per un totale di 1.022 dall'inizio della pandemia. 

Calabria

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 547.334 soggetti per un totale di tamponi eseguiti pari a 579.690 (allo stesso soggetto possono essere effettuati piu' test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 37.533 (+241 rispetto a ieri).

Basilicata

Sono 90 i nuovi casi positivi al Sars Cov-2, di cui 85 riguardanti residenti, su un totale di 1.085 tamponi molecolari registrati ieri in Basilicata. Nelle scorse 24 ore non risultano decessi. I lucani guariti o negativizzati sono 87. Nel bollettino di oggi i Comuni con più casi sono Matera (20) e Montescaglioso (12).

Sardegna

In Sardegna dall'inizio dell'emergenza sono 41.027 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 70 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 756.558 tamponi, per un incremento complessivo di 3.890 test rispetto al dato precedente. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna per l'Isola un tasso di positivita' dello 1,7%. Si registrano 5 decessi (1.147 in tutto). 

Liguria

La Liguria registra 351 nuovi casi e altri 5 i decessi, sull'ultimo bollettino diffuso dalla Regione. Da inizio emergenza i morti sono saliti di 3.620 unità. Ricoverati in ospedale 543 pazienti, 2 in meno di ieri. In terapia intensiva sono 52. In tutto nelle ultime 24 ore son o stati effettuati 3.647 tamponi molecolari, 2.895 tamponi antigenici rapidi. Somministrati 118.790 vaccini, pari al 65%.

Sicilia

Calano i contagi in Sicilia: i positivi registrati nelle ultime 24 ore sono 578 (ieri invece erano 613), ma sono stati effettuati meno tamponi, 24.570. Cala leggermente l'indice di positività al 2,3%. I morti sono in aumento, con 21 decessi salgono si 6 unità. I guariti sono 986. Scenono cotantemente gli attuali positivi: oggi 429 unità in meno, per un totale di 26.597. Giù anche i ricoveri nei reparti ordinari: 776 (-23). Si può dire stabili le terapie intensive: 132 (+1), e 8 nuovi ingressi. In isolamento domiciliare 25.689 persone.

Le altre notizie

Zona rossa e arancione: regole e cosa si può fare

Draghi striglia i big dei vaccini: ora basta scuse

Bologna, bimba di 11 anni in terapia intensiva