Mercoledì 22 Maggio 2024
MONICA GUERCI
Tech

Stelle cadenti di fine aprile: è la notte delle Bootidi di primavera. Cosa sono e quando vederle

Attive dal 14 aprile al 12 maggio, queste meteore raggiungeranno il loro culmine proprio nella notte tra il 26 e il 27 aprile. Dunque occhi al cielo dopo la mezzanotte

Notte di stelle cadenti quella tra il 26 e il 27 aprile

Notte di stelle cadenti quella tra il 26 e il 27 aprile

Roma, 26 aprile 2024 – Dopo l’eclissi totale di Sole dell’8 aprile, la Luna Rosa del 23 aprile, le Liridi, arrivano le Alfa Bootidi a tenerci con gli occhi puntati verso il cielo di questo aprile 2024. Il picco delle meteore è previsto per questa notte tra il 26 e il 27 aprile, scegliete un punto buio e lontano da fonti di inquinamento luminoso per godere al meglio dello spettacolo celeste, puntando occhi, telescopi e macchine fotografiche verso il radiante dopo la mezzanotte, quando la Luna volgerà al tramonto. Con un po' di fortuna e la clemenza del meteo potremo affidare alle stelle un desiderio.

Cosa sono le Bootidi

Ma cosa sono Le alfa Bootidi o più semplicemente Bootidi? Sono un gruppo di stelle cadenti di primavera poco conosciute, che si presentano generalmente con meteore deboli e lente ma altrettanto spettacolari. Questo sciame di stelle, caratterizzato da meteore deboli e lente, sarà visibile nel nostro cielo notturno anche nelle prossime settimane. 

Quando vederle

Il momento migliore per osservare le Bootidi sarà proprio la notte tra il 26 e il 27 aprile 2024, quando il cielo si mostrerà particolarmente propizio. Le condizioni per ammirarle saranno ottimali grazie all'assenza della luna durante le ore di maggiore intensità: il nostro satellite sarà infatti in fase crescente, dopo il novilunio dello scorso 20 aprile, e con un'illuminazione di appena il 37%. Puntando sul radiante delle alfa Bootidi - osservabile per l'intera notte - si potrà assistere al meraviglioso spettacolo naturale che raggiungerà il suo culmine – a circa 65 gradi- verso le ore 01.00.

Lo spettacolo del 1984

Secondo l'UAI (Unione Astrofili Italiani), sebbene solitamente questo sciame di meteore di primavera abbia tassi orari contenuti, stanotte potrebbero verificarsi sorprese straordinarie, come accadde nel 1984 con l'avvistamento di ben 102 Bootidi in soli 10 minuti. L'attività delle Bootidi continuerà fino al 12 maggio, offrendoci magari altre opportunità di ammirare questo fenomeno celeste e di affidare alle stelle un nostro desiderio.