La gioia dei giocatori della nazionale russa (Afp)
La gioia dei giocatori della nazionale russa (Afp)

Mosca, 19 giugno 2018 - Si apre con un risultato a sorpresa la sesta giornata dei Mondiali 2018 di Russia. Colombia inaspettatamente ko contro il Giappone che alla Mordovia Arena di Saransk supera i sudamericani per 2-1. E sempre per il Gruppo H il Senegal batte la Polonia per 2-1. Ma oggi torna in campo anche la Russia (per la seconda partita dei gironi) che supera l'Egitto per 3-1, praticamente mettendo già in cassaforte il passaggio agli ottavi.

Mondiali 2018, calendario tv. Le partite che restano

Risultati, tabellone e classifiche aggiornate 

image

COLOMBIA-GIAPPONE 1-2 (Rivivi la diretta) - Giappone batte Colombia 2-1 nella partita del Gruppo H del Mondiale di calcio disputata a Saransk, segnata dall'espulsione di Sanchez al 3' e dal rigore conseguente trasformato dai nipponici. A decretare il risultato le reti siglate da Kagawa, dagli undici metri, in apertura, Quintero, direttamente da punizione, verso la fine della prima frazione e Osako nella ripresa. Nella formazione titolare grande assente James Rodriguez, stella del Bayern Monaco (in prestito dal Real), che sarà in campo l'ultima mezz'ora. 

Helga Lovekaty

Tabellino 

Colombia: Ospina; Arias, D. Sanchez, Murillo, Mojica; Lerma, C. Sanchez; Cuadrado (31' Barrios), Quintero (14' st Rodriguez), Izquierdo (25' st Bacca); Falcao. A disp. Vargas, Jo. Cuadrado, Mina, Diaz, Zapata, Uribe, Aguilar, Borja, Muriel. All. Pekerman.
Giappone: Kawashima; Sakai, Shoji, Yoshida, Nagatomo; Shibasaki (35' st Yamaguchi), Hasebe; Inui, Kagawa 6 (24' st Honda), Haraguchi; Osako (40' st Okazaki). A disp. Higashiguchi, Nakamura, Ueda, Endo, Usami, Muto, Ohshima, Makino, G. Sakai. All. Nishino.
Arbitro: Skomina

Reti: 6' rig. Kagawa (G), 39' Quintero (C), 28' st Osako (G)
Note. Ammoniti: Barrios (C), Rodriguez (C). Espulso al 3' C. Sanchez (C) per tocco di mano. 

Helga Lovekaty e Bruna Marquezine

VAI ALLO SPECIALE MONDIALI 2018

POLONIA-SENEGAL 1-2 (Rivivi la diretta) - Il Senegal supera 2-1 la Polonia nella gara valida per il Gruppo H del Mondiale in Russia. Africani avanti al 37' grazie all'autogol di Cionek. Nella ripresa Niang a porta vuota raddoppia al 15' dopo un errore della difesa polacca. Inutile il gol del 2-1 di testa di Krychowiak al 41'. 

Tabellino

Polonia (4-4-2): Szczesny; Piszczek (38'st Bereszynski), Cionek, Pazdan, Rybus; Blaszczykowski (1'st Bednarek), Zielinski, Krychowiak, Grosicki; Milik (28'st Kownacki), Lewandowski. Ct: Nawalka 

Senegal (4-4-2): Khadim Ndiaye; Wague, Salif Sanè, Koulibaly, Sabaly; Sarr, Gueye, Alfred Ndiaye (43'st Kouyate), Manè; Mame Diouf (17'st Ndoye), Niang (30'st Konate). Ct: Cissé 

Arbitro: Shukralla (Bahrain)

Reti: 37'pt autogol Cionek; 15'st Niang, 41'st Krychowiak 
Note: pomeriggio sereno, terreno in discrete condizioni. Ammoniti: Krychowiak, Salif Sanè, Gueye. Angoli: 3-3. Recupero: 2'; 4'.

GN MONDIALI_31850943_132252

RUSSIA-EGITTO (rivivi la diretta) - La Russia mette una seria ipoteca sul passaggio agli ottavi di finale (anche se la certezza matematica tecnicamente ancora non c'è), dopo aver battuto l'Egitto 3-1 a San Pietroburgo. La gara si è sbloccata nella ripresa con l'autogol di Fathy che ha portato in vantaggio i padroni di casa al 47°, poi sono arrivate le reti di Cheryshev al 59° e Dzyuba al 62°. Salah, in ombra per tutta la gara, ha accorciato le distanze al 73° su rigore.

Tabellino e voti

Russia (4-2-3-1): Akinfeev 6; Fernandes 7, Kutepov 6.5, Ignashevich 6.5, Zhirkov 6.5 (41' st Kudriashov sv); Zobnin 7, Gazinsky 6.5; Samedov 7, Golovin 6.5, Cheryshev 7 (29' st Kuziaev 6); Dzyuba 7 (34' st Smolov sv).  Ct: Cherchesov 7 

Egitto (4-2-3-1): El-Shenawy 5; Fathi 4.5, Ali Gabr 4.5, Hegazy 4.5, Abdel-Shafi 4.5; Tarek Hamed 5, Elneny 5 (19' st Warda 5.5); Salah 6, Abdalla 5.5, Trezeguet 6 (23' st Ramadan 5.5); Mohsen 5.5 (37' st Kahraba sv). Ct: Cuper 4.5

Arbitro: Caceres (Paraguay) 6

Reti: 2' st aut. Fathi, 14' st Cheryshev, 17' st Dzyuba, 28' st rig. Salah

Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Trezeguet, Smolov. Angoli: 7-4. Recupero: 0'; 4'.