Sabato 15 Giugno 2024

Il sogno di Viti: regalare tutto ai dipendenti

Migration

LA STORICA AZIENDA Giannino Distribuzione, nella Piana di Lucca, leader nel settore ingrosso abbigliamento e tessile, con risultati e numeri molto positivi, cambia proprietà. La capofila è ad Altopascio, ma ci sono pure le filiali di Firenze, Parma e Perugia. Creata una new.co che diventa operativa da aprile, con il 51 per cento che passa alla Prati srl di Forlì: il 100 per cento dal 2024. Questo, però, è paradossalmente diventato il piano B. Quello che è andato felicemente in porto. Sì, perché il presidente Pierpaolo Viti (nella foto) ha provato a regalare tutto ai suoi dipendenti i quali ci hanno pensato per due anni, valutando pro e contro in un percorso condiviso con la proprietà. Poi però, con estremo senso di responsabilità, hanno declinato la generosissima offerta. Il motivo? La preoccupazione di non riuscire a far funzionare l’impresa nel migliore dei modi, non avendo esperienza manageriale.

Viti, in una fase socio-economica di contrasti e di vertenze nel mondo industriale, come è nata questa sintonia con i dipendenti?

"Ormai sono come figli, persone che lavorano qua da tempo, li ho visti crescere professionalmente. La stragrande maggioranza di chi ogni giorno si impegna per questo marchio lo fa con passione e dedizione. Si è creato un feeling. Appena laureato volevo girare il mondo; poi ho deciso che nel mio futuro c’era la carriera da avvocato. Avevo ricevuto offerte di impiego da questa ditta in espansione. Ma confesso che ero riluttante, ho iniziato convinto di lasciare dopo tre giorni. Dopo mezzo secolo eccomi ancora qua".

Come ha deciso di regalare tutto ai dipendenti?

"In famiglia non c’erano persone che avrebbero potuto garantire la continuità, io ha dato tutto, allora ho pensato che la migliore soluzione sarebbe stata cedere a loro. Ho formato un gruppo di sei persone tra le più preparate e di fiducia. Un progetto condiviso per due anni. Hanno scelto di rinunciare, era una grossa opportunità ma li capisco, c’erano anche insidie. Del resto nessuno nasce manager".

Cosa intende per regalare?

"Avrei ceduto l’intero complesso ai dipendenti assicurando anche la liquidità per la partenza".

E a quel punto ha optato per la vendita.

"Ho incontrato questo brand romagnolo, i nostri maggiori concorrenti per l’Italia centrale. Lascio in ottime mani".