Cracovia, 18 giugno 2017 - Stasera scende in campo gli l'Italia di Gigi Di Biagio nella sfida d'esordio contro la Danimarca, agli Europei Under 21 in Polonia. La sfida sarà trasmessa alle 20,45 su Rai 1, e in streaming sul portale di Rai Play. Di Biagio potrà contare sul migliore schieramento possibile: infortunato solo il difensore Romagnoli. Il ct avverte: "Con questa formula della fase finale (passa il turno la prima di ciascun girone e la migliore seconda) è importante non sbagliare l'esordio, questa partita contro la Danimarca può essere considerata come un ottavo di finale".

PROBABILI FORMAZIONI

DANIMARCA (4-2-3-1): Hojbjerg; Holst, Maxso, Banggaard, Blabjerg; Christensen, Norgaard; Andersen, Hjulsager, Zohore; Ingvartsen. Allenatore: Frederiksen 

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Conti, Caldara, Rugani, Barreca; Pellegrini, Gagliardini, Benassi; Berardi, Petagna, Bernardeschi. Allenatore: Di Biagio 

ARBITRO: Kružliak (SVK).

PROGRAMMA E ORARI TV  

IL PUNTO di PAOLO FRANCI - L’insostenibile leggerezza dell’essere. I favoriti, s’intende. O, comunque, nella cerchia dei favoriti chic, con la Spagna e la Germania, chiaro. Gigi Di Biagio è uomo pragmatico e sincero. Non si è nascosto, parlando dell’Under «Più forte degli ultimi vent’anni». Non s’è nascosto sull’obiettivo: «Vincere il titolo sarebbe la ciliegina....». Sprazzi, più che d’ottimismo, di sano realismo. Perchè è chiaro che un’Italia così non si vedeva da tempo. Soprattutto perchè la gran parte degli azzurri che scenderanno oggi in campo con la Danimarca (20.45, Rai 1), sono titolari inamovibili nei club e hanno già assaggiato la Nazionale maggiore. Tutto così bello e avvolgente, ma guai ad abbassare la guardia perchè, ad esempio, il rischio di sentirsi arrivati, dopo aver giocato con la Nazionale maggiore, può essere dietro l’angolo. Dice il ct Di Biagio: «Non ho avuto problemi perchè li ho anticipati, parlandone con loro negli ultimi mesi. Nessuno della nazionale maggiore si deve sentire sicuro del posto qui e chi non fa ciò che chiedo rischia di finire fuori. Ma guardando i ragazzi negli occhi ho capito che hanno una gran voglia». Bisogna partire forte, fortissimo, perchè la nuova formula dell’Europeo riduce enormemente il margine di errore.

La parola d’ordine, dunque, è una sola: approccio: «In pratica – osserva Di Biagio – la gara con la Danimarca è come un ottavo di finale. Sarà fondamentale l’approccio: due anni fa fummo perfetti ma subimmo gol al primo tiro in porta della Svezia e alla fine arrivò l’eliminazione». Altro nemico, può essere la stanchezza, il lato oscuro di una nazionale piena zeppa di titolari nelle squadre dei club. Di Biagio spiega: «E’ una situazione diversa e per questo abbiamo fatto una preparazione diversa. Alcuni ragazzi erano molto stanchi e abbiamo dovuto recuperarli. Non sono preoccupato, abbiamo voluto, preteso, chiesto che i giovani giocassero di più in campionato, questo è successo e ora non ci può certo lamentare, anzi». Il mercato e le sue scorie, altra insidia da tenere sotto controllo, da Donnarumma a Conti: «Non ne ho parlato molto con loro: devono saper convivere con queste cose. Noi rimaniamo concentrati sulle partite. Ho provato a estraniare Gigio dalla situazione, anche se non è semplice, per lui tutto questo deve essere un motivo di crescita e un’occasione per rafforzare la sua personalità. Io credo che non avrà problemi». Finalino sul rapporto con Ventura: «Ha dato la sua disponibilità sin dal primo minuto e lo ringrazio per essere sempre stato sensibile alle nostre problematiche».

IL PROGRAMMA DELLE SFIDE

GRUPPO A
Svezia-Inghilterra 0-0
Polonia-Slovacchia 1-2
Slovacchia-Inghilterra (Kielce, 19 Giugno, ore 18.00)
Polonia-Svezia (Lublino, 19 Giugno, ore 20.45)
Inghilterra-Polonia (Kielce, 22 giugno, ore 20.45)
Slovacchia-Svezia (Lublino, 22 giugno, ore 20.45)

GRUPPO B
Portogallo-Serbia 2-0
Spagna-Macedonia 5-0
Serbia-Macedonia (Bydgoszcz, 20 giugno, ore 18.00)
Portogallo-Spagna (Gdynia, 20 giugno, ore 20.45)
Macedonia-Portogallo (Gdynia, 23 giugno, ore 20.45)
Serbia-Spagna (Bydgoszcz, 23 giugno, ore 20.45)

GRUPPO C
Germania-Repubblica Ceca (Tychy, 18 giugno, ore 18.00)
Danimarca-Italia (Cracovia, 18 giugno, ore 20.45)
Repubblica Ceca-Italia (Tychy, 21 giugno, ore 18.00)
Germania-Danimarca (Cracovia, 21 giugno, ore 20.45)
Italia-Germania (Cracovia, 24 giugno, ore 20.45)
Repubblica Ceca-Danimarca (Tychy, 24 giugno, ore 20.45)

SEMIFINALI
Vincitrice Gruppo A-Seconda Gruppo B/Seconda Gruppo C/Vincitrice Gruppo C (Tychy, 27 giugno, ore 18)
Vincitrice Gruppo B-Seconda Gruppo A/Vincitrice Gruppo C (Cracovia, 27 giugno, ore 21.00)

FINALE
Cracovia, 30 giugno, ore 20.45

CALCIOVACANZE_23491930_164236