Maurizio Sarri (Lapresse)
Maurizio Sarri (Lapresse)

Brescia, 24 settembre 2019 - Primo turno di campionato infrasettimanale in Serie A. Secondo anticipo della quinta giornata, alle ore 21, è Brescia-Juventus, con Maurizio Sarri che si affida al turnover anche in vista del match di sabato prossimo con la Spal e dell'impegno in Champions di martedì 1° ottobre contro il Bayer Leverkusen. E se in campo tra i bianconeri non ci sarà l'infortunato Cristiano Ronaldo, che ieri ha disertato anche i Fifa Awards, tra le rondinelle invece farà il suo debutto Maio Balotelli. 

Le formazioni ufficiali 

Probabili formazioni

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Martella; Bisoli, Tonali, Dessena; Romulo; Donnarumma, Balotelli. Allenatore: Corini.

Juventus (4-3-3): Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Rabiot; Bernardeschi, Dybala, Cuadrado. Allenatore: Sarri.

Arbitro: Pasqua di Tivoli

Orario e in tv

La partita sarà trasmessa in tv dalle ore 21 su DAZN. Qui la diretta testuale.

IL PUNTO di Angela Scaramuzza - Balotelli contro Ronaldo. La sfida che tutti attendevano trepidanti dall’inizio della stagione ma che stasera, purtroppo, non ci sarà. CR7 non è stato convocato, un lieve affaticamento all’adduttore non gli ha permesso di partire per Brescia, Maurizio Sarri ha preferito preservarlo, il portoghese verrà monitorato nei prossimi giorni. E così con l’assenza di Ronaldo in campo l’attenzione sarà esclusivamente per un altro big player: Super Mario. E’ la sua grande notte, ma ancora non sa se riuscirà a viverla da protagonista oppure da comprimario. Mario Balotelli aspetta con ansia il match di questa sera con la Juventus per capire se, dopo aver scontato le quattro giornate di squalifiche accumulate l’anno scorso nel campionato francese e trasportate in Italia, Corini lo inserirà nell’undici titolare. Da giorni il tecnico delle rondinelle si mantiene vago quando viene invitato a parlare del Balo ."Devo valutare attentamente, e lo farò fino all’ultimo minuto, se schierarlo dall’inizio oppure no. Sto cercando di capire cosa guadagno e cosa perdo. Mario si sta predisponendo bene al sacrificio, ma da lui voglio determinate cose e glielo sto dicendo. Deve adattarsi alla squadra, ma è chiaro che anche i compagni deveno metterlo nelle migliori condizioni per rendere". Insomma resta il mistero. Balotelli intanto morde il freno. E’ chiaro che lui si aspetta di giocare già dal primo minuto. Il Brescia questa sera gioca con la Juventus e per sperare di fare risultato deve mettere qualità nel proprio motore. Le rondinelle sono partite bene con sei punti conquistati nelle prime quattro giornate, ma finora Corini sta schierando in attacco al fianco di Donnarumma il francese Ayè. Quest’ultimo è un giocatore che si sacrifica sempre tanto, che corre, che fa bene la fase difensiva, ma che non tira in porta. Balotelli darebbe invece un peso specifico diverso, migliore all’attacco biancoazzurro. Ecco quindi che SuperMario sarebbe davvero il valore aggiunto per i biancoazzurri. Ma quanto può rimanere in campo? Quasi sicuramente non per tutti i novanta minuti quindi bisogna decidere se provare a prendere di sorpresa la Juve attaccandola da subito con Balo, ma sapendo di avere già un cambio bruciato, oppure se inserire l’ex Marsiglia a gara in corsa quando le squadre si saranno allungate e saranno un po’ più stanche. Sono le domande che rimbombano nella testa di Corini e che lo accompagneranno ancora fino all’inizio della partita.