Papa Francesco
Papa Francesco

Roma, 18 novembre 2021 – Papa Francesco e il sindaco Gualtieri, “insieme per un Giubileo dedicato agli ultimi”. È stato questo il tema principale dell’incontro avvenuto oggi in Vaticano, dopo Bergoglio ha ricevuto in udienza il primo cittadino della Capitale. Al centro del colloquio, l'unicità di Roma, l'amore verso la Città Eterna e la grande collaborazione che ci sarà tra Campidoglio e Santa Sede in vista del Giubileo del 2025.

È stato un primo incontro intenso: un faccia a faccia dopo il quale, a quanto si apprende, il sindaco Roberto Gualtieri è rimasto profondamente toccato ed emozionato. Ed è durato quasi un’ora, molto di più della mezz’ora prevista dal cerimoniale. “Molto felice ed emozionato di esser stato ricevuto in udienza questa mattina da Papa Francesco, una personalità straordinaria in grado di mettere a proprio agio chiunque e allo stesso tempo di offrire sempre profonde riflessioni”, è il primo commento di Gualtieri dopo l’incontro col Papa.Il suo magistero nel segno della speranza, della pace, della fratellanza – continua il sindaco – è un punto di riferimento fondamentale per tutti gli uomini di fronte alle grandi sfide del nostro tempo”.

Dalla transizione eecologica al Giubileo 2025

È stato uno dei temi forti della campagna elettorale romana quello del Giubileo 2025, sul quale si sono confrontati un po’ tutti i candidati sindaco. Sarà un evento eccezionale, che impegnerà la Capitale su più fronti con sforzi logistici e organizzativi importanti. “Un grande evento che dovrà vedere al centro gli ultimi”, sono i rumor emersi alla fine dell’incontro. Tra gli altri temi affrontati ci sono l'Europa, i cambiamenti climatici, la necessità della transizione ecologica, l'importante ruolo degli anziani nel rapporto con i più giovani.

“Abbiamo parlato anche di Roma e della sua unicità: saranno anni di grande collaborazione con la Santa Sede, per il Giubileo del 2025 e nel comune impegno a sostegno degli ultimi e dei più deboli. Perché, come lo stesso Papa Francesco ha scritto, Roma vivrà la sua vocazione universale, solo se diverrà sempre più una città fraterna”. Gualtieri ha portato in regalo al Pontefice un paio di sandali francescani realizzati a mano da una cooperativa di gesuiti, insieme ad una donazione del Campidoglio al Centro Astalli, il servizio gesuita per l’accoglienza dei rifugiati in Italia. 

Roma, Raggi la nuova tranvia sulla Togliatti pronta per il Giubileo 2025