7 apr 2022

Omicidio Maurizio Cerrato, ucciso per un parcheggio: rinviati a giudizio i 4 imputati 

A Torre Annunziata, udienza 6 maggio. La moglie e le due figlie parti civili 

Maurizio Cerrato
Maurizio Cerrato

Torre Annunziata (Napoli), 7 aprile 2022 - Rinviati a giudizio Antonio Cirillo, Giorgio e Domenico Scaramella e Francesco Cirillo i quattro imputati accusati dell'omicidio di Maurizio Cerrato, l'uomo di 61 anni brutalmente picchiato e poi accoltellato a Torre Annunziata (Napoli) nell'aprile dello scorso anno solo perché aveva difeso la figlia, a sua volta aggredita perché aveva parcheggiato la propria auto in un posto sulla pubblica strada in precedenza "occupato" da una sedia.

È la decisione presa dai magistrati del tribunale oplontino dove oggi 7 aprile si è tenuta l'udienza preliminare sul delitto. Il processo a carico di Antonio Cirillo, Giorgio e Domenico Scaramella e Francesco Cirillo si celebrerà a partire dal prossimo 6 maggio allla Corte d'Assise di Napoli. L'udienza odierna ha stabilito anche le parti civili costituite nel procedimento giudiziario: si tratta della vedova di Cerrato, delle due figlie della coppia, della sorella dell'uomo, del Comune di Torre Annunziata e dell'associazione Polis.  Questa mattina davanti al tribunale flash mob per chiedere "giustizia"

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?