Carabinieri
Carabinieri

Napoli, 31 ottobre 2021 – Minaccia la cugina con l’ascia per costringerla a consegnargli dei soldi, prelevati dal negozio di famiglia. È successo a Terzigno, nel Napoletano, protagonisti di questa storia di violenza familiare sono due sono cugini originari del Bangladesh - un uomo di 38 anni e una ragazza di 30 – che abitano nella stessa casa. Una famiglia all'apparenza normale, ma che nascondeva diversi disagi familiariRagazzi uccisi a Ercolano, domani la convalida del fermo del duplice omicida

I carabinieri della locale stazione hanno arrestato per maltrattamenti il 38enne. L'uomo aveva rapinato la cugina domenica scorsa ed è tornato alla carica ieri, quando è entrato nel negozio della vittima. Voleva altri soldi, ma non si era limitato alle minacce del passato, questa volta era armato di ascia. La 30enne è riuscita a fuggire e chiedere aiuto al 112, facendo scattare immediatamente le ricerche del cugino che, nel frattempo, aveva abbandonato la casa per cercare di nascondersi.

Dopo ore di ricerche, il 38nne è stato trovato in tarda serata nascosto in una stanza di un opificio dove lavorava come operaio. Rinvenuta e sequestrata anche l'ascia. L'arrestato è stato condotto in carcere, in attesa di giudizio. Muore la vedova del velista Panada, fermato lo 'scippatore psicologo'