10 mar 2022

Covid Campania, il bollettino oggi 10 marzo 2022: nuovi casi sopra quota 5000

Boom di vaccini Covid e infantili. Tamponi ai profughi ucraini: 16% positivi. De Luca: "Al momento i numeri sono gestibili, ma se aumentano gli arrivi la situazione potrebbe cambiare"

Bollettino Covid Campania, 10 marzo 2022
Bollettino Covid Campania, 10 marzo 2022

Napoli, 10 marzo 2022 - Torna a salire la curva dei contagi Covid  In Campania, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 5.233 positivi (4.303 i casi di ieri 9 marzo)  dati che tengono conto dell'aggiornamento sulle misure di quarantena e isolamento del ministero della Salute. Sono 13 i decessi nelle ultime 48 ore, dei quali 5 avvenuti in precedenza ma registrati ieri. A comunicarlo l'Unità di crisi regionale.

Bollettino Covid Campania, 10 marzo 2022
Bollettino Covid Campania, 10 marzo 2022

I tamponi processati ieri sono stati 32.637 di cui 22.515 test antigenici e 10.122 molecolari per un indice di contagio che sale dal 13% fatto registrare ieri al 16% di oggi.

Prosegue, per contro, il calo dei posti letto occupati in terapia intensiva che da 28 scendono a 26. Sempre in terapia intensiva i posti letto disponibili sono 631. In calo anche i posti letto di degenza occupati 544 a fronte dei 547 di ieri.

Approfondisci:

Dati Covid oggi 10 marzo 2022 in Italia. Nuovo aumento dei contagi in diverse regioni

Approfondisci:

Covid c’è ancora, rimbalzo di contagi. Terza dose meno efficace dopo 2 mesi

Ricadute della pandemia: boom di vaccini Covid e infantili

In Campania, la pandemia da Covid ha portato non solo all'immunizzazione di oltre il 90% dei cittadini adulti, al 60% dei bambini nella fascia 5-11 anni, ma ha anche potenziato la diffusione di altri vaccini infantili.  A spiegarlo Pietro Buono, dirigente di staff con funzioni di supporto tecnico-operativo alla  Direzione generale per la Tutela della salute e il coordinamento del Servizio sanitario della Regione Campania. A margine della Winter School  Napoli, Buono ha illustrato come, in Campania, prima del Coronavirus ci fosse quasi una sorta di "resistenza alle vaccinazioni". 

"Qualche anno fa la situazione sul morbillo e sull'esavalente era, purtroppo, al di sotto del 95% previsto dalle indicazioni nazionali. Il percorso avviato negli ultimi 3-4 anni ci ha visti arrivare con l'esavalente a oltre il 95% e con l'antimorbillo al 94% contro una copertura passata che era intorno all'82%. Anche attraverso i centri vaccinali anti Covid, per i quali c'è stata la mobilitazione dei pediatri di libera scelta, c'è stata la possibilità di ampliare queste percentuali. Anche i medici di Medicina generale - ha aggiunto Buono - hanno lavorato tanto sulle vaccinazioni al punto che, per il 2021, è stato somministrato il vaccino antinfluenzale ad oltre il 70% degli over 65". 

Emergenza Ucraina: positivi il 16% dei profughi tamponati 

"Noi siamo per la massima accoglienza ma chiederei al consolato ucraino Napoli di darci una mano intanto per far registrare tutti gli ucraini che arrivano sul nostro territorio". Lo chiede il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nel corso dell'Assemblea Pubblica di Confindustria Salerno dal tema "Il nodo delle competenze. Strumenti e strategie per un'occupabilità sostenibile e responsabile".

"Sappiamo - ha aggiunto De Luca - che in Ucraina la percentuale di vaccinati è del 25%. Con l'ultimo dato che abbiamo a Napoli sui tamponi fatti, si registra una percentuale al 16% di positivi. Al momento i numeri sono gestibili, non sono ancora alti ma se aumentano gli arrivi la situazione potrebbe cambiare. Vedo in sala alcuni sindaci che hanno offerto accoglienza nei loro comuni; bisogna però segnalare le presenze perché capita che arrivino in maniera sciolta, magari in qualche caso anche con il pullman e dopo due ore scompaiono. Va data massima solidarietà ma serve anche rigore. Arrivano persone anche una percentuale molto elevata di patologie che riguardano la tubercolosi e l'epatite e abbiamo i bambini (molti non vaccinati) con svariate patologie. La solidarietà è un dovere ma chiediamo a tutti di dare una mano per non creare problemi". 
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?