Nebbia (iStock)
Nebbia (iStock)

Roma, 11 ottobre 2019 - Sole e clima caldo, ma anche nebbia. Le previsioni meteo confermano che l'ottobrata proseguirà anche nel corso del weekend, portando tuttavia con sé anche qualche insidia. 

Il team de iLMeteo.it avvisa che l'eccezionale espansione dell'anticiclone africano, iniziata oggi, farà splendere il sole in modo indisturbato su quasi tutte le regioni anche nella giornata di domani, sabato 12 ottobre. Il bel tempo si accompagnerà con un ulteriore aumento delle temperature specie al Sud e sulle due Isole maggiori, dove il termometro raggiungerà valori estivi. Nel resto dell'Italia, scrive il sito, la situazione sarà altrettanto tranquilla "anche se non riusciremo ad avere cieli totalmente liberi da nubi". 

 Aggiornamento: martedì la svolta. Nubifragi in vista, ecco dove

Ottobrata, picchi di 30°: ecco dove 

Diamo un occhio alle temperature. Notevoli le massime nelle zone interne della Sicilia e nella parte più meridionale della Sardegna dove iLMeteo.it prevede punte oltre i 30°. Ma la colonnina di mercurio salirà anche altrove, in particolare su molti tratti della Val Padana e nelle aree interne delle regioni centro-meridionali. Picchi di 23/25°C  sono attesi domani nelle grandi città: "Napoli, Roma, Firenze e, salendo verso Nord, a Bologna, Ferrara e fino a Trento e Milano".

L'articolo continua sotto la mappa

Nebbia in val Padana

Cambio ora solare 2019, quando (e come) spostare le lancette

Gli esperti di 3BMeteo specificano il "passaggio di qualche strato alto al Centro Nord" potrebbe creare locali offuscamenti, nonché addensamenti residui sulle zone ioniche. Il rinforzo dell'alta pressione durante il periodo autunnale, continuano i meteorologi, consoliderà la presenza di foschie e banchi di nebbia al mattino, riducendo la visibilità in Val Padana e nelle valli interne dei settori centrali. Questo - spiega iLMeteo - a causa dei "valori minimi ancora relativamente bassi che si registreranno soprattutto sulle pianure del Nord e su alcune aree interne del Centro". 

Maltempo in vista

Domenica 13 ottobre caldo e tempo soleggiato si preparano più o meno a fare il bis, ma con cambiamenti in vista: ilMeteo.it sottolinea infatti che l'arrivo di flusso d'aria umida atlantica è destinato a riportare una maggior nuvolosità in alcune zone del Centro Nord a partire dalla serata. La perturbazione interesserà l'inizio della prossima settimana: il peggioramento  si manifesterà in modo evidente nella giornata di lunedì 14 ottobre con "le prime precipitazioni a carattere sparso tra Liguria e Piemonte, in estensione poi anche alla Lombardia occidentale". Le correnti settentrionali saranno responsabili di un lieve calo delle temperature al Nord. 

​Quanto durerà il caldo?

Ma cosa succederà nel resto d'Italia? iLMeteo.it segnala "pochi cambiamenti". Non sono attese cioè svolte termiche. Anzi, "se tutto verrà confermato un vortice di bassa pressione in viaggio verso la Spagna potrebbe richiamare ulteriore aria calda verso il nostro Paese prolungando così questa anomala ottobrata". Ma si tratta, lo ricordiamo, solo di una tendenza che dovrà essere confermata nelle prossime ore. 

Previsioni del tempo di domani

Nord Ovest
Banchi di nebbia al mattino sulle zone di pianura, in rapido dissolvimento prima di mezzogiorno. Per il resto tempo soleggiato e temperature stabili. Previsti 22° a Milano e 20° a Torino.

Nord Est
Foschie mattutine in pianura, poi tanto sole su tutte le regioni, con qualche innocua nube in transito nel pomeriggio. Massime intorno ai 22° a Venezia e Bologna.

Centro
Tempo soleggiato su tutte le regioni, al netto di foschie nelle prime ore della giornata a disturbare le valli di Toscana e Umbria. Termometro ancora in lieve ascesa, con 25° a Firenze e Roma.

Sud e Isole
Diffuso soleggiamento su tutto il Mezzogiorno, ad eccezione di qualche annuvolamento a cavallo tra bassa Calabria e Sicilia. Temperature sopra le medie stagionali: punte fino a 26° a Bari e Palermo.