La neve in arrivo sulla Pianura padana (3bmeteo)
La neve in arrivo sulla Pianura padana (3bmeteo)

Roma, 11 dicembre 2019 - Arriva la neve anche in pianura al Nord. Le conferme ci sono tutte, ora resta da vedere se le previsioni meteo saranno confermate anche nei dettagli, sempre difficili da definire in questi casi. Ma questa sarà la cronaca delle prossime ore. Intanto, la parola agli esperti. "Imminente una nuova perturbazione sull'Italia, che porterà precipitazioni sparse, nevose anche a quote molto basse al Nord", spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara. "Mercoledì notte prime precipitazioni al Nord Ovest, nevose a quote collinari, mentre giovedì il fronte raggiungerà il resto del Nord con neve in collina, ma a tratti mista a pioggia non esclusa anche in pianura: nevicate a tratti in pianura saranno possibili in primis sull'Emilia (neve possibile a Bologna), ma fiocchi a tratti misti a pioggia non esclusi anche tra Lombardia e Veneto sud-occidentale, Piemonte e infine anche sulla Romagna, fino alle coste (fiocchi possibili a Rimini). Neve a quote collinari anche tra alta Toscana, nord Umbria e alte Marche. Fiocchi possibili a Urbino, San Marino e Gubbio. Al Centro Sud avremo un rapido passaggio di piogge e rovesci sparsi da Ovest verso Est, con neve dai 500-1000 metri sull'Appennino centrale". IlMeteo.it sottolinea che "non ci saranno accumuli importanti, ma a Bologna ad esempio potrebbero cadere 1-2 centimetri, mentre sul Veneto un centimetro scarso".

Impianti aperti sugli Appennini: dove andare a sciare

Meteo, nuova neve venerdì e forte maltempo

Ma non è finita qui. Tra la notte di giovedì 12 dicembre e venerdì 13 "è attesa la seconda perturbazione, che risulterà più incisiva della prima" - avverte 3bmeteo.com - "avremo nuove precipitazioni al Nord, nevose in collina ma a tratti anche in pianura in particolare tra Piemonte, Lombardia, Emilia, alte pianure del Veneto e del Friuli, a tratti anche fin sul fondovalle alpini. Accumuli comunque in genere esigui o nulli in pianura, imbiancate dalle zone collinari. In generale potranno vedere fiocchi di neve città come Torino, Varese, Bergamo, Brescia, Bologna, Piacenza, Parma, Modena, Verona, Vicenza; fiocchi non esclusi anche a Milano venerdì mattina. Neve invece abbondante sulle Alpi occidentali a confine con la Francia, con anche un metro di neve fresca dai 1400-1500 metro sulla Valle d'Aosta. "Nel frattempo la perturbazione porterà piogge e temporali anche al Centro Sud, in movimento da Ovest verso Est, in particolare sui versanti tirrenici dove si potranno avere fenomeni talora di forte intensità. Attenzione inoltre al vento, che soffierà anche molto forte dapprima di Libeccio e Ponente, poi di Maestrale, con raffiche di oltre 120km/h tra Tirreno e Isole Maggiori sul finire di venerdì e mareggiate sulle coste esposte". Anche ilMeteo.it dice che "l'attenzione è soprattutto per la giornata di venerdì 13 quando si attiveranno violenti venti di Maestrale, Ponente e Libeccio che causeranno intense mareggiate. Il maltempo si concentrerà soprattutto su Toscana, Lazio, Campania e Calabria con nubifragi e allagamenti. Sull'Appennino la neve scenderà copiosa sopra i 1200 e 1400 metri creando disagi alla circolazione stradale".

Ilmeteo.it parla anche neve in pianura del rischio di gelicidio (pioggia che congela al suolo) venerdì mattina tra Rovigo e Padova.

La mappa di 3bmeteo con tutte le città

(L'articolo prosegue sotto)

Il tempo migliora nel weekend, ma...

3bmeteo conclude annunciando che "nel weekend ci attende un miglioramento salvo residue piogge al Sud, ma la tregua potrebbe durare poco con una nuova perturbazione in avvicinamento al Nord".

Running in inverno: i consigli per correre quando fa freddo