Il 17 settembre scopriremo chi ha vinto gli Emmy Awards 2018, ma già ora, sull'onda delle nomination appena annunciate, è possibile fare alcune osservazioni.

GAME OF THRONES
La celeberrima serie TV con i draghi e i ghiacci conquista un totale di 22 candidature e si conferma tra i prodotti più amati in assoluto. Curiosamente, Emilia Clarke e Kit Harington restano a bocca asciutta, perché HBO li voleva in nomination fra le attrici e gli attori protagonisti e questo li ha penalizzati di fronte a un'agguerrita concorrenza.

NETFLIX BATTE HBO
Grazie soprattutto ai numeri di 'Games of Thrones' e 'Westworld', il totale delle nomination agguantate da HBO arriva a 108. Non bastano per superare le 112 di Netflix: per la prima volta in 18 anni HBO non è l'azienda di produzione e distribuzione che meglio si comporta in termini di candidature agli Emmy.

SANDRA OH
Grazie alla serie TV 'Killing Eve', Sandra Oh (famosissima presso il grande pubblico per via di 'Grey's Anatomy') diventa la prima donna di origini asiatiche a conquistare la nomination come migliore attrice protagonista.

MODERN FAMILY
Era ormai da qualche anno che la sit-com 'Modern Family' non vinceva premi importanti, ma sin dal suo debutto, nel 2009, era sempre riuscita a conquistare una o più nomination nelle categorie più prestigiose. Per la prima volta, l'edizione 2018 la relega a un ruolo di secondo piano (la candidatura per il mixaggio del suono), segnando la fine di un'era.

I GRANDI SNOBBATI

Fra gli show che non hanno brillato si segnalano in particolare 'Orange is the New Black', 'Arrested Development', 'Fargo', 'Ray Donovan' e 'Transparent'. Anche 'Homeland', per molto tempo una delle serie TV preferite dagli Emmy, è rimasta fuori dalle categorie per il migliore dramma e la migliore attrice protagonista (Claire Danes).

PER RIPASSARE, LE PRINCIPALI NOMINATION
L'elenco completo dei candidati agli Emmy 2018 si trova sul sito ufficiale. Qui ricordiamo le principali categorie.

Migliore serie drammatica
The Americans
The Crown
Game Of Thrones
The Handmaid’s Tale
Stranger Things
This Is Us
Westworld

Migliore serie comedy
Atlanta
Barry
Black-ish
Curb Your Enthusiasm
GLOW
The Marvelous Mrs. Maisel
Silicon Valley
Unbreakable Kimmy Schmidt

Migliore limited series
The Alienist
L'assassinio di Gianni Versace: American Crime Story
Genius: Picasso
Godless
Patrick Melrose

Migliore film per la tv
Fahrenheit 451
Flint
Paterno
The Tale
USS Callister (Black Mirror)

Migliore attore protagonista in una serie drammatica
Matthew Rhys, 'The Americans'
Jason Bateman, 'Ozark'
Sterling K. Brown, 'This Is Us'
Milo Ventimiglia, 'This Is Us'
Ed Harris, 'Westworld'
Jeffrey Wright, 'Westworld'

Migliore attrice protagonista in una serie drammatica
Keri Russell, 'The Americans'
Claire Foy, 'The Crown'
Elisabeth Moss, 'The Handmaid’s Tale'
Sandra Oh, 'Killing Eve'
Tatiana Maslany, 'Orphan Black'
Evan Rachel Wood, 'Westworld'

Migliore attrice non protagonista in una serie drammatica
Alexis Bledel, 'The Handmaid’s Tale'
Millie Bobby Brown, 'Stranger Things'
Ann Dowd, 'The Handmaid’s Tale'
Lena Headey, 'Game Of Thrones'
Vanessa Kirby, 'The Crown'
Thandie Newton, 'Westworld'
Yvonne Strahovski, 'The Handmaid’s Tale'

Migliore attore non protagonista in una serie drammatica
Nikolaj Coster-Waldau, 'Game Of Thrones'
Peter Dinklage, 'Game Of Thrones'
Joseph Fiennes, 'The Handmaid’s Tale'
David Harbour, 'Stranger Things'
Mandy Patinkin, 'Homeland'
Matt Smith, 'The Crown'

Migliore attore protagonista in una serie comedy
Donald Glover, 'Atlanta'
Bill Hader, 'Barry'
Anthony Anderson, 'Black-ish'
Larry David, 'Curb Your Enthusiasm'
Ted Danson, 'The Good Place'
William H. Macy, 'Shameless'

Migliore attrice protagonista in una serie comedy
Pamela Adlon, 'Better Things'
Tracee Ellis Ross, 'Black-ish'
Lily Tomlin, 'Grace And Frankie'
Issa Rae, 'Insecure'
Rachel Brosnahan, 'The Marvelous Mrs. Maisel'
Allison Janney, 'Mom'

Migliore attore non protagonista in una serie comedy
Brian Tyree Henry, 'Atlanta'
Henry Winkler, 'Barry'
Louie Anderson, 'Baskets'
Tony Shalhoub, 'The Marvelous Mrs. Maisel'
Alec Baldwin, 'Saturday Night Live'
Kenan Thompson, 'Saturday Night Live'
Tituss Burgess, 'Unbreakable Kimmy Schmidt'

Migliore attrice non protagonista in una serie comedy
Zazie Beetz, 'Atlanta'
Betty Gilpin, 'GLOW'
Alex Borstein, 'The Marvelous Mrs. Maisel'
Laurie Metcalf, 'Roseanne'
Aidy Bryant, 'Saturday Night Live'
Leslie Jones, 'Saturday Night Live'
Kate McKinnon, 'Saturday Night Live'
Megan Mullally, 'Will & Grace'

Migliore attore protagonista in una miniserie o film per la tv
Darren Criss, 'L'assassinio di Gianni Versace: American Crime Story'
Antonio Banderas, 'Genius: Picasso'
John Legend, 'Jesus Christ Superstar Live In Concert'
Jeff Daniels, 'The Looming Tower'
Benedict Cumberbatch, 'Patrick Melrose'
Jesse Plemons, 'USS Callister (Black Mirror)'

Migliore attrice protagonista in una miniserie o film per la tv
Sarah Paulson, 'American Horror Story: Cult'
Michelle Dockery, 'Godless'
Edie Falco, 'Law & Order True Crime: The Menendez Murders'
Regina King, 'Seven Seconds'
Jessica Biel, 'The Sinner'
Laura Dern, 'The Tale'

Migliore attrice non protagonista in una miniserie o film per la tv
Adina Porter, 'American Horror Story: Cult'
Penélope Cruz, 'L'assassinio di Gianni Versace: American Crime Story'
Judith Light, 'L'assassinio di Gianni Versace: American Crime Story'
Letitia Wright, 'Black Museum (Black Mirror)'
Merritt Wever, 'Godless'
Sara Bareilles, 'Jesus Christ Superstar Live In Concert'

Migliore attore non protagonista in una miniserie o film per la tv
Ricky Martin, 'L'assassinio di Gianni Versace: American Crime Story'
Edgar Ramírez, 'L'assassinio di Gianni Versace: American Crime Story'
Finn Wittrock, 'L'assassinio di Gianni Versace: American Crime Story'
Jeff Daniels, 'Godless'
Brandon Victor Dixon, 'Jesus Christ Superstar Live In Concert'
Michael Stuhlbarg, 'The Looming Tower'
John Leguizamo, 'Waco'

Leggi anche:
- Patrick Melrose, Benedict Cumberbatch e i problemi di droga
- Ghoul: la prima serie TV horror indiana di Netflix
- The Chi, la serie TV di Fox che promette bene