Isabella Biagini on una foto del 1995 (Ansa)
Isabella Biagini on una foto del 1995 (Ansa)

Roma, 14 aprile 2018 - Isabella Biagini è morta a Roma. Era malata da tempo. L'attrice, showgirl e imitatrice aveva 74 anni. Era ricoverata in un hospice della capitale. Nata nella Capitale nel 1943, il vero nome era Concetta Biagini. Il suo esordio nel 1955 con una piccola parte nel film 'Le amiche' di Michelangelo Antonioni. Poi il passaggio alla tv, con ruoli comici e da svampita in tanti varietà degli anni Sessanta e Settanta e la partecipazioni a diverse commedie all'italiana da 'Amore all'italiana' di Steno a 'Boccaccio' di Bruno Corbucci, e commedie musicali da 'Non cantare, spara' (1968) con il Quartetto Cetra a 'Bambole, non c'è una lira' (1978) e 'C'era una volta Roma' (1979).

SCHEDA / Da Antonioni a Salce al varietà tv

Isabella era bionda e riccioluta, sgranava gli occhioni e puntava sul suo fisico da maggiorata. Ma era tutto per ridere: recitando la parte della svampita, dell'oca giuliva rivelava tempi comici irresistibili e un grande talento nel prendersi poco sul serio. Era bravissima anche nelle imitazioni. Insomma, alla fine risultò più adatta al varietà tv che al cinema, anche se fu nientemeno che Antonioni a scoprirla quando non aveva neppure 12 anni. Ironica e dissacrante, imitava Mina in modo indimenticabile. Segnata da una vita sentimentale difficile e da due matrimoni falliti, ha avuto una figlia Monica, morta nel 1998. Nel 2016 aveva denunciato la sua difficile condizione economica.

La ricordiamo con il video in cui imita Mina: