Venerdì 12 Aprile 2024

Sogin, torna Open gate per visitare le ex centrali nucleari

L'11 e 12 maggio, iscrizioni online per 3350 visitatori

Sogin, torna Open gate per visitare le ex centrali nucleari

Sogin, torna Open gate per visitare le ex centrali nucleari

Si aprono le porte di cinque impianti nucleari italiani, oggi in decommissioning (smantellamento), a oltre 3.330 cittadini. Al via da oggi e fino al 22 aprile le iscrizioni solo online sul sito www.sogin.it per la quarta edizione di "Open Gate", l'iniziativa con cui il Gruppo Sogin, nel fine settimana dell'11 e 12 maggio, consentirà di visitare le quattro centrali di Trino (Vercelli), Caorso (Piacenza), Latina e Garigliano (Caserta) e per la prima volta l'impianto Itrec di Rotondella (Matera). Sogin, che è la società di Stato che si occupa che si occupa dello smantellamento delle ex centrali nucleari e dello smaltimento dei rifiuti, ricorda che Trino raggiunse durante l'esercizio il record mondiale di funzionamento a piena potenza, Caorso (Piacenza) è la più grande del nostro Paese, Latina, all'epoca del suo avvio fu la centrale più potente d'Europa e Garigliano (Caserta), con la caratteristica "sfera bianca" che racchiude il reattore. L'impianto Itrec di Rotondella (Matera) è stato il principale impianto nucleare di ricerca del Mezzogiorno. Sono previsti due percorsi di visita, "zona controllata" e "area industriale", per le centrali di Trino, Caorso, Garigliano e per l'impianto Itrec di Rotondella, mentre per Latina è programmato un solo percorso, "area industriale". Nell'"area industriale" possono accedere, se accompagnati, anche i minori dai sei anni in su. Nei tour, della durata di circa due ore, i tecnici Sogin faranno ripercorrere i luoghi che rappresentano un pezzo di storia industriale del nostro Paese e racconteranno il lavoro che svolgono ogni giorno, nel rispetto dei criteri di massima sicurezza, per terminare lo smantellamento degli impianti nucleari e gestire i rifiuti radioattivi, dal loro stoccaggio nei depositi temporanei alla sistemazione definitiva nel Deposito Nazionale.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro