Valanga in Val Formazza, morti due escursionisti. Due ragazzini sepolti in Alto Adige: salvati

Stavano facendo una passeggiata con le ciaspole le due vittime uccise da una slavina in Piemonte. Due bambini di 10 e 11 anni travolti a Racines: sciavano in un fuori pista. Soccorsi in tempo. Il rischio valanghe era in entrambe le zone di grado 3 (marcato)

Valanga in Alto Adige, travolti due ragazzini
Valanga in Alto Adige, travolti due ragazzini

Verbania, 7 gennaio 2024 –  Due persone sono morte travolte da una valanga intorno a mezzogiorno in Val Formazza, Piemonte, provincia del Verbano-Cusio-Ossola. Si tratta di due escursionisti lombardi,  Vanessa Gatti, di Saronno (Varese), e di Roberto Biancon, di Legnano (Milano). I due camminavano con le ciaspole, non erano scialpinisti come emerso in un primo momento. Erano in gita con i familiari.

La slavina si è staccata nei pressi di passo San Giacomo, a circa 2,200 metri di quota, al confine con la Svizzera, raggiungendo lago del Toggia. Ed è proprio nel lago, all’altezza della diga a valle, che è stato trovato uno dei due corpi. Da lì arrivava infatti il segnale Artva, trasmesso dagli strumenti in dotazione tecnica degli alpinisti, che permette di rintracciare persone sotto la neve. L’altra vittima era sepolta sotto il manto. Le ricerche dell’elicottero del Cnsas e della squadra di Formazza del soccorso alpino sono state ostacolate dal vento forte. 

Clicca qui per iscriverti al canale WhatsApp di QN

La mappa

L’allarme è stato dato intorno alle 12 dai guardiani della diga, tecnici del Soccorso alpino, che hanno visto la valanga travolgere due persone. Subito i due guardiani si sono portati sul posto  e hanno iniziato una prima ricerca con l'Artva con esito negativo. Nel frattempo si è alzato in volo l’Elisoccorso di Azienda Zero Piemonte che, nonostante il forte vento in quota, è riuscito a sbarcare un altro soccorritore che con l’unità cinofila da valanga ha individuato un primo corpo all'interno della massa nevosa e il secondo corpo all'interno del lago. I sommozzatori dei Vigili del Fuoco hanno recuperato la salma in acqua. Secondo il bollettino Aineva, l’allarme valanghe sulle Alpi Leopontine, era a livello 3, su una scala di 5 (rischio “moderato”). 

Valanga in Alto Adige, due ragazzini sepolti. Soccorsi in tempo

Altre due persone sono state investite da un’altra valanga, stavolta a Racines, in Alto Adige.  Due ragazzini di 10 e 11 anni che si sarebbero avventurati senza alcun tipo di attrezzatura fuori dalle piste battute, vicino all'impianto 'Enzian'. Prontamente soccorsi dal Soccorso alpino e dall'elisoccorso, hanno riportato ferite lievi ma hanno rischiato molto. Uno dei due era completamente sepolto dalla neve, l’altro per metà. Sono stati individuati tramite l’utilizzo di sonde. Anche in quella zona oggi il pericolo valanghe era di grado 3. 

La mappa