Giovedì 18 Luglio 2024

Previsioni meteo: dopo il maltempo, l’irruzione di aria artica. Neve quasi in pianura

Ondata di precipitazioni in quasi tutta Italia. Il Po è salito di due metri in un solo giorno. Il tempo delle prossime ore e la mappa di 3bmeteo

Roma, 7 gennaio 2024 - Maltempo su gran parte d'Italia, ma con precipitazioni più frequenti al Nord Est, Marche e lungo i settori del basso Tirreno dove potrebbero risultare anche a carattere temporalesco e di forte intensità. Disagi, ma anche una buona notizia dopo un lungo periodo siccitoso. Boccata d'ossigeno per le risorse idriche e salvezza, in diversi casi, per la stagione invernale sulle montagne.

Approfondisci:

Zero termico previsto sui 4mila metri per caldo anomalo, Mercalli: “A gennaio come d’estate”

Zero termico previsto sui 4mila metri per caldo anomalo, Mercalli: “A gennaio come d’estate”

Per iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui

Intanto prosegue la gigantesca ondata di gelo nel Nord Europa.

Meteo, la neve in Svezia, colpita da una durissima ondata di gelo (Ansa)
Meteo, la neve in Svezia, colpita da una durissima ondata di gelo (Ansa)
Approfondisci:

Neve tornata in Toscana, dall’Abetone alla Garfagnana: le immagini delle piste imbiancate

Neve tornata in Toscana, dall’Abetone alla Garfagnana: le immagini delle piste imbiancate

La risalita del Po

Per effetto delle precipitazioni intense, il livello idrometrico del fiume Po è salito di oltre due metri in un solo giorno pur rimanendo ben al di sotto la soglia di criticità. E' quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti a Boretto nella mattina di oggi, sugli effetti della perturbazione che ha colpito l'Italia con l'allerta arancione in Emilia Romagna e gialla in altre 12 regioni da Nord a Sud del Paese.

Approfondisci:

Maltempo Veneto, neve sopra i 1.000 metri: abbondante da Cortina ad Asiago, record di 165 centimetri sul Piz Boè. Ed è in arrivo nuovo freddo

Maltempo Veneto, neve sopra i 1.000 metri: abbondante da Cortina ad Asiago, record di 165 centimetri sul Piz Boè. Ed è in arrivo nuovo freddo

Il meteo di oggi e domani

In queste ore temperature in calo con neve attesa lungo l'Appennino a partire dai 1.200-1.400, fino ai 700-900 metri del settore Emiliano. Deboli nevicate attese anche sulle Alpi a partire dagli 800-1.000 metri. Secondo le previsioni del Centro Meteo Italiano, domani, lunedi 8 gennaio, le condizioni meteo volgeranno verso un deciso miglioramento, seppur con molte nubi da nord a sud. Residui fenomeni sono attesi sulle regioni meridionali, medio Adriatico e Piemonte occidentale con quota neve in calo fin sotto i 1000 metri anche sull'Appennino centrale.

L’ingresso dell’aria fredda

Entrerà in scena però - scrive ilMeteo.it – “aria molto fredda proveniente dal Nord Europa, di origine artica, che porterà venti di Bora e di Grecale, in particolare nelle regioni del Centro Nord. Di conseguenza, le temperature subiranno un netto calo, portandosi al di sotto delle medie stagionali, un cambiamento avvertibile dopo un periodo prolungato di clima mite, che ci aveva quasi fatto dimenticare di essere in pieno inverno. L'atmosfera rimarrà instabile, con elevato rischio di precipitazioni”.

La neve in pianura

In particolare tra martedì 9 e mercoledì 10 gennaio “non si esclude la possibilità di nevicate fino a quote prossime alla pianura, in particolare sul Piemonte e nell'interno ligure”.

La mappa di 3bmeteo