Venerdì 12 Luglio 2024
DEBORAH BONETTI
Cronaca

La minaccia di Harry: "Non ho raccontato tutto. Se parlo è il finimondo"

Il libro-bomba sfonda il tetto record delle 400mila copie vendute in un giorno. Il duca di Sussex: "Ho usato la metà del materiale". C’è aria di sequel. Ma secondo fonti vicine ai reali scoppierà la pace prima dell’incoronazione

Harry, 38 anni, con il fratello, il principe William

Harry, 38 anni, con il fratello, il principe William

Londra, 15 gennaio 2023 - Il libro del principe Harry, che questa settimana ha fatto traballare la famiglia reale con rivelazioni esplosive, sarebbe stato ’annacquato’ e ridotto della metà. Il secondogenito della principessa Diana ha infatti confidato, in una nuova intervista rilasciata per l’uscita della sua autobiografia, di aver avuto materiale "clamoroso" per almeno 800 pagine e di essersi trattenuto dal pubblicare tutto. Il duca di Sussex, che ora vive in California con la moglie americana e i due figli, ha detto di aver tagliato parecchi dettagli molto imbarazzanti, in particolare sul padre – ovvero re Carlo III – e sul fratello William, ora principe di Galles.

"Non mi avrebbero mai perdonato se avessi rivelato tutto" ha commentato il principe. In effetti una riconciliazione tra il principe Harry la famiglia reale potrebbe accadere prima dell’incoronazione del re Carlo III in programma per il prossimo 6 maggio, stando ad una fonte vicina al sovrano ma che conosce anche Harry e Meghan. "C’è bisogno che Harry sia qui nella stessa stanza con il re e il principe di Galles – ha riferito la fonte – un paio di altri membri della famiglia reale e qualcuno dei suoi più fidati, in modo da non sentirsi oggetto di un agguato".

Il libro di Harry, "Spare" (ovvero "Il Minore") è già il saggio più venduto di sempre, con 400mila copie vendute in un sol giorno e più di 1 milione di copie in inglese vendute in tutto il mondo. E si sa che il principe ha firmato un contratto di ben 4 libri con Penguin Random House, una delle più grosse case editrici mondiali, quindi i suoi commenti potrebbero essere presi come un semplice tentativo di marketing, per avvertire i lettori che ci sarà presto un seguito. Nel contratto non è chiaro se anche la moglie Meghan abbia accettato di scrivere la propria versione degli eventi, visto che dopotutto è lei la donna al centro della vicenda. Un po’ come lo era stata un’altra celebre americana divorziata, Walis Simpson, ’colpevole’ di aver causato l’abdicazione del re Edoardo VIII.

Tra le tante cose emerse dal libro, si capisce che la guerra tra cognate, ovvero tra Meghan e Kate, è nata quasi al primo incontro, quando Kate sarebbe stata accolta e abbracciata da una Meghan a piedi nudi e in jeans strappati, senza alcuna formalità. Kate sarebbe poi rimasta offesa dalle allusioni ai suoi ormoni fatte da Meghan, che l’avrebbe chiamata "baby brain" (letteralmente "cervello da bambina") avendo lei appena partorito il piccolo Louis, e dal fatto che la cognata le avrebbe preso un rossetto in prestito.

Poi ci fu lo scandalo del vestito per damigelle, con la principessa Charlotte conciata con un abito disastroso per il matrimonio, e da lì le due non si sarebbero quasi piu parlate. Ieri il Daily Mail ha rivelato anche che Meghan sarebbe rimasta scioccata di trovarsi in coda dietro a Kate per la prima scelta di vestiti dello stilista Erdem e tra le due è scattato l’odio, con i mariti che sono arrivati a prendersi a pugni.