Venerdì 24 Maggio 2024

La stampa libera per garantire una voce a tutti

L’informazione ha il compito di fornire alla pubblica opinione tutti gli strumenti per capire la posta in gioco delle prossime elezioni europee

I contrassegni dei partiti e delle liste per le prossime Europee affissi al Ministero dell'Interno (Ansa)

I contrassegni dei partiti e delle liste per le prossime Europee affissi al Ministero dell'Interno (Ansa)

La democrazia parlamentare non ha tratto beneficio dalla fine del finanziamento pubblico e dei rimborsi elettorali. Partiti fragili e leadership che svolgono la funzione di surrogato delle organizzazioni politiche hanno prodotto un sistema politico e sociale più asfittico, meno pluralista. Appannaggio di chi la politica può permettersi di farla. Alle Europee, dove si vota con le preferenze, avere a disposizione i mezzi per una efficace campagna elettorale è essenziale. La politica ha infatti un costo che vale la pena sostenere e chi pensa che la democrazia sia gratis commette un grave errore.

Niente è gratuito: se non paghi tu c’è qualcun altro che paga al posto tuo. Per questo, per garantire e favorire il pluralismo politico, è particolarmente rilevante il ruolo dell’informazione, che ha il compito di fornire alla pubblica opinione tutti gli strumenti per capire la posta in gioco delle prossime elezioni europee. Per gli stessi attori politici, candidati compresi, poter contare su media solidi è la garanzia che le loro voci e le loro proposte non resteranno inascoltate.

Anche il meno visibile fra i candidati potrà contare sul contributo della stampa (qualora essa lo ritenga meritevole, beninteso). Lo ha detto, di recente, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: "La libertà di stampa è fondamentale per la nostra democrazia, come per qualunque democrazia. Che vede nella nostra Costituzione una tutela netta, chiara, indiscutibile, a fronte della quale vi è una assunzione di responsabilità da parte dei giornalisti: la lealtà, l’indipendenza dell’informazione, la libertà di critica, nel rispetto della personalità altrui, il rispetto dei fatti. Ma è un elemento indispensabile della nostra democrazia, e questo carattere di indispensabilità, io ho cercato tante volte di richiamarlo e sottolinearlo". La libertà è un elemento indispensabile, insomma, e non è negoziabile.