Roma, 14 novembre 2017 - Giallo su una dichiarazione di Gian Piero Ventura a Le Iene. Nel video, che proponiamo qui sotto, l'allenatore azzurro "promette" le dimissioni da commissario tecnico della Nazionale. "Si dimette o no? Ce lo promette?", gli chiede con insistenza l'inviato della trasmissione di Italia 1. Ventura, incalzato, risponde: "Sì". Il tecnico ha però smentito, con un sms all'Ansa, di aver mai annunciato le dimissioni alle Iene. Ieri, dopo Italia-Svezia, rispondendo alle domande sulle sue prossime decisioni, il cittì aveva preso tempo, rimandando qualsiasi comunicazione. "Prima devo parlare con chi di dovere", aveva detto in conferenza stampa. 

VIDEO / Ventura "promette" le dimissioni

Dimissioni o meno, è chiaro da ieri sera che non sarà più lui a guidare la Nazionale. Tanto che in queste ore si è aperto il toto-nomi per chi sarà il suo successore sulla panchina azzurra. Cinque, principalmente, gli allenatori indicati dagli addetti ai lavori. Sono Carlo Ancelotti, Massimiliano Allegri, Antonio Conte, Roberto Mancini e Luigi Di Biagio

IL SONDAGGIO / Chi vorresti al posto di Ventura sulla panchina della Nazionale?

IL RETROSCENA / Ventura minacciò le dimissioni

Intanto, cresce la pressione intorno al presidente della Figc, Carlo Tavecchio. "Siamo profondamente dispiaciuti per il risultato", l'unica dichiarazione del numero uno della Figc arrivata questa mattina. Tavecchio ha convocato per domani un vertice federale straordinario  "Per fare un'analisi approfondita e decidere le scelte future". Giovanni Malagò, presidente del Coni, lo ha incalzato: "Se fossi in lui mi dimetterei" (VIDEO). Il ministro dello Sport, Luca Lotti ritiene opportuno "sfruttare questa occasione per rifondare del tutto il calcio italiano". 

La delusione degli azzurri per la mancata qualificazione (Ansa)

TWEET_26773902_121907