Lo abbiamo fatto tutti: appena ricominciato settembre, abbiamo stilato una lista dei buoni propositi da attuare entro l'anno lavorativo. Ma una ricerca condotta presso l'Università di Hertfordshire dal professor Wiseman ha rivelato che su 5mila persone impegnate a rispettare la to do list, solo il 10% è riuscito a portare a compimento i buoni propositi prefissati. Come ci sono riusciti? Perché si sono dati piccoli obiettivi descritti in modo preciso. Scrivere “da domani inizio la dieta” oppure “cerco un nuovo lavoro” è troppo vago: confonde solo, mette ansia e non aiuta a migliorarsi. Il trucco sta nel fare un piccolo passo dietro l'altro. In che modo? Ecco qualche consiglio.

LASCIATI ISPIRARE
Tenete un diario quotidiano: gli esperti sostengono che vedere i progressi che si fanno giorno dopo giorno alimenti e sostenga l'impegno nel migliorare se stessi. Non è importante raccontare nel dettaglio cosa avete fatto durante il giorno, bastano anche dei ritagli di giornale o dei disegni per fissare sulla carta ciò che vi ha fatto stare bene. Ogni giorno, concedetevi un momento in cui coltivare la creatività e la curiosità, leggendo un libro, sfogliando la vostra rivista preferita o consultando dei siti di settore: leggere apre la mente e ispira, soprattutto educa alla positività. Poi, riportate tutte le nuove idee che vi vengono sul vostro diario, anche se vi sembrano assurde.

ABBASSA LE ASPETTATIVE
Sono le alte aspettative che ci fregano: cambiare vita o perdere 15 chili non è come dirlo, e un obiettivo così grande potrebbe scoraggiare. Davanti a simili propositi, l'entusiasmo potrebbe svanire dopo qualche giorno e si potrebbe sprofondare di nuovo nella solita routine. Lo desiderate davvero tanto? Allora lasciate da parte i numeri, che mettono solo ansia, e cominciate a pensare alle situazioni in cui siete davvero felici oppure vi sentite davvero in forma. Sorridete solo quando in ufficio vi chiedono di creare un business plan per un nuovo progetto invece che quando amministrate la cassa? Allora in voi predomina una parte creativa che aspetta solo di essere potenziata. Dopo la passeggiata mattutina con il cane, vi sentite più energici e frizzanti? Prolungate il benessere, camminando verso l'ufficio.

NON SPRECARE TEMPO
Siamo ossessionati dal tempo, eppure ne sprechiamo molto: su Internet, chattando, controllando ossessivamente i social network. Iniziate a scegliere cosa vi è davvero utile, cosa vi interessa davvero e tornate a dar valore ai rapporti reali. Poi, costruite una serie di piccole buone abitudini salutari, per vivere un tempo di qualità: mezz'ora di passeggiata mattutina in mezzo alla natura, un risveglio lento con la meditazione, il tè con la vostra torta preferita. Coccolatevi e vedrete che vi tornerà il sorriso.

SPEZZA LA ROUTINE E COCCOLATI
Nell'arco della giornata, quante volte vi siete dedicati del tempo? È fondamentale per il benessere psico-fisico ritagliarsi degli spazi solo per se stessi, in cui fare qualcosa di nuovo per spezzare la routine. Un esempio? La meditazione mindfulness, un esercizio utilissimo per tornare nel 'qui e ora'. In qualsiasi istante, fermatevi e ascoltatevi dentro: le sensazioni più profonde, il movimento del respiro, il battito del cuore. Poi, lasciatevi andare e liberate la mente. Questo vi aiuterà a tornare nel presente, allontanando l'ansia. In metropolitana, all'uscita di scuola per prendere i bambini, prima di una riunione: quando sentite il fiato corto e l'ansia che sale, fate spazio a voi stessi e ascoltatevi dentro.

Leggi anche:

- Strategie quotidiane per non perdere tempo
- Buoni propositi per l'anno lavorativo
- Lo yoga riduce i sintomi della depressione