iOS 17: come funziona e cosa cambia rispetto al precedente sistema operativo

Apple ha presentato in occasione del suo ultimo Keynote il nuovo sistema operativo iOS 17: ecco cosa cambia rispetto al passato

Crediti iStock -  iOS 17: cosa cambia

Crediti iStock - iOS 17: cosa cambia

Non solo Apple Vision Pro. In occasione dell’ultimo Keynote tenuto da Apple nella cornice dell’atteso evento WWDC 2023 è stato presentato anche iOS 17, un nuovo sistema operativo che presenta diverse novità rispetto al passato. Ecco dunque tutte le curiosità che è necessario conoscere per utilizzarlo nel modo corretto.  

iOS 17: presentato il nuovo sistema operativo Apple

Come sempre, il sistema sarà presto disponibile nella sua versione Beta per il pubblico, mentre per quella ufficiale e definitiva bisognerà attendere ancora un po’. Presentato dal Senior Vice President of Software Engineering di Apple, Craig Federighi, il nuovo sistema operativo funzionerà non soltanto sui modelli di iPhone più recenti ma anche su quelli più vecchi, trasformando gli smartphone degli utenti della Mela in strumenti ancor più intuitivi e funzionali (indipendentemente, dunque, da quando siano stati acquistati). La primissima versione sarà dunque disponibile a luglio del 2023, ma conterrà con ogni probabilità una serie di bug che dovrebbero essere risolti dagli sviluppatori nel giro di qualche mese. In estrema sintesi, il sistema operativo apporterà migliorie a livello di telefono, messaggi e facetime, facilitando la condivisione con Airport e offrendo modalità di input più intelligenti. Vale inoltre la pena sottolineare l’introduzione della nuova app Journal e della funzionalità Standby. Qui sotto un approfondimento sulle novità di iOS17 con qualche dettaglio in più.  

Cosa cambia nel nuovo sistema operativo Apple

Partiamo dalle novità per quanto riguarda gli auricolari Airpods: ci sarà infatti a nostra disposizione un’innovativa funzione chiamata Adaptive Audio for AirPods Pro (2nd Generation) capace di adattarsi ai cambiamenti dell’ambiente circostante combinando la modalità di trasparenza con la modalità di cancellazione del rumore. Sugli AirPods Pro di prima e seconda generazione, su quelli di terza generazione e sugli AirPods Max sarà tra l’altro anche possibile disattivare l’audio con un semplice tocco. Importanti cambiamenti sono previsti anche per AirDrop: molto presto basterà infatti posizionare due dispositivi uno di fianco all’altro per trasferire file e contenuti di varia natura (lo stesso varrà per la funzione Shareplay). Il trasferimento via AirDrop sarà possibile (prossimamente) anche allontanandosi, sfruttando semplicemente la propria connessione internet. Chi ha assistito alla presentazione di iOS17 pare abbia apprezzato in modo particolare NameDrop, un sistema progettato per rendere più immediato e intuitivo il trasferimento dei dati di contatto di un altro utente. Per inviare tutte le relative informazioni basterà da questo momento in poi mantenere il proprio iPhone o Apple Watch a fianco ad un altro dispositivo selezionando gli indirizzi e-mail o i numeri di telefono di interesse. A livello di messaggi sarà più facile rispondere con un semplice scorrimento sul fumetto di testo (un po’ come già avviene su Whatsapp) ma anche trovare un particolare messaggio attraverso un nuovo strumento di ricerca dedicato; su Facetime sarà inoltre possibile lasciare un video messaggio da recuperare in un secondo momento. Estremamente utile è la funzione Check In, che permetterà di avvisare amici, amiche e parenti che si è giunti sani e salvi a destinazione (questi ultimi saranno informati dall’emittente tramite una notifica) L’app Telefono è stata inoltre aggiornata con i Contact Posters, strumenti che offrono ai clienti dell’azienda nuovi divertenti modi per esprimere la loro personalità: grazie ad essi sarà infatti possibile personalizzare il modo in cui ci si presenta agli altri, con una simpatica personalizzazione del look delle chiamate in arrivo attraverso interessanti effetti visivi e memoji, oltre a nuovi stili e colori di font. I Contact Posters saranno disponibili anche per le app per telefonare sviluppate da terzi.  

Le nuove app: Journal e Standby

Apple ha introdotto nel sistema operativo iOS 17 anche altre due importanti novità. Da un lato c’è Journal, applicazione che come riporta l’azienda “aiuta gli utenti a riflettere e praticare la gratitudine tenendo un diario, un’attività che è stato dimostrato essere utile per migliorare il benessere”. Dall’altro c’è Standby, utile a informare l’utente con informazioni preziose visibili a colpo d’occhio quando si è distanti dal dispositivo.