2 apr 2022

Salernitana-Torino 0-1, un rigore di Belotti basta ai granata per espugnare l'Arechi

I granata tornano alla vittoria dopo due mesi e mezzo: decisivo un rigore di Belotti

gabriele sini
Sport
Torino's Andrea Belotti in action during the Italian Serie A soccer match US Salernitana vs Torino FC at the Arechi stadium in Salerno, Italy, 02 April 2022.
ANSA/MASSIMO PICA
Andrea Belotti in azione (Ansa)

Salerno, 2 aprile 2022 -  Salernitana e Torino si affrontano nell'anticipo del sabato sera, valido per la 31^ giornata di Serie A. Il Toro si assicura la vittoria grazie ad un rigore di Belotti, che al 18' ha bucato la rete di Sepe. Le due squadre colpiscono anche un palo per parte, con lo stesso Belotti e Verdi. I granata passano per 0-1 e tornano a casa con tre punti, che confermano l'undicesimo posto in classifica. Gli uomini di Nicola restano, invece, come fanalino di coda.

Primo tempo

Sia Nicola che Juric optano per la difesa a tre. La Salernitana, per fare male al Toro, si affida a Verdi, Bonazzoli e Djuric, mentre il Torino va all'attacco con Lukic, Pjaca e Belotti. La partita è frizzante fin dalle prime battute. All'8' i padroni di casa colpiscono il palo, scheggiato dopo la parata d'istinto di Berisha sul destro al volo di Verdi. Al quarto d'ora i granata beneficiano di un calcio di rigore: Fazio trattiene Belotti, lo stesso Gallo si presenta dagli undici metri e viene ipnotizzato da Sepe. L'arbitro fa ripetere il penalty per l'ingresso in area di Gyomber, antecedente al tiro. Belotti ci riprova e stavolta realizza lo 0-1. La Salernitana reagisce e Radovanovic sfiora il palo con un'incornata, mentre al 25' Belotti manca la doppietta, calciando in bocca al portiere a pochi passi dalla porta. I granata chiudono la prima frazione di gioco sopra di un gol.

Secondo tempo


La ripresa si apre con un gol di Singo al 54', annullato dalla segnalazione successiva del Var per posizione di fuorigioco. La Salernitana non molla ed Ederson mette in seria difficoltà Berisha con un destro dall'interno dell'area, neutralizzato in angolo. Sul campo si abbatte un vero e proprio nubifragio, che incide sulla qualità del gioco espresso dalle due squadre. I giocatori combattono su ogni pallone, senza però incidere sul fronte offensivo. Al minuto 85 Belotti sfugge alla marcatura di Fazio, che lo trattiene e riceve il secondo cartellino giallo della sua partita. I padroni di casa rimangono in dieci a pochi minuti dal termine e Belotti prova a punirli con una conclusione dalla lunga distanza; l'attaccante del Toro trova una leggera deviazione e il pallone sbatte contro il palo.

Leggi anche: Lazio-Sassuolo 2-1, ai neroverdi non basta Traoré

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?