Ronaldo
Ronaldo

Torino, 23 marzo 2021 - Stesso campo di allenamento, ma una maglia diversa indosso. Non quella della Juventus, ma quella del Portogallo. Alla Continassa, Cristiano Ronaldo prova a mettersi alle spalle il brutto momento attraversato con il proprio club concentrandosi sugli impegni con il Portogallo. Per CR7 e compagni la caccia al pass per i Mondiali 2022 inizia con la sfida all'Azerbaigian, che si disputerà in uno impianto che l'ex Real Madrid conosce molto bene: l'Allianz Stadium. Già, perché la Nazionale lusitana, costretta a giocare in campo neutro a causa delle restrizioni anti-Covid, ha scelto Torino come sede del match contro la selezione allenata da Gianni De Biasi. 

All'inseguimento di Ali Daei

Ciò significa che Ronaldo avrà l'occasione "in casa" di dimenticare le Streghe viste contro il Benevento, in una domenica maledetta per lui e per la Vecchia Signora, nella quale Montipò gli ha più volte negato la gioia del gol. L'obiettivo non solo è quello di cominciare con il piede giusto la rincorsa al quinto Mondiale della carriera, ma pure di segnare il più possibile, così da avvicinare l'iraniano Ali Daei nella classifica dei miglior bomber di sempre a livello di Nazionali. All'attaccante cinque volte Pallone d'Oro mancano solo otto reti per piazzare il sorpasso (102 contro 109). Insomma, le motivazioni per la partita di domani sera non mancheranno a Cristiano. "L'ho visto sereno, lui vuole sempre vincere e soprattutto aggiungere trofei che gli mancano, come il Mondiale. E' concentrato solo su questo, così come tutti noi", le parole del commissario tecnico portoghese, Fernando Santos

Futuro incerto

Santos a cui in conferenza stampa è stato chiesto anche una previsione sul futuro di Ronaldo, il cui contratto con la Juventus scade il 30 giugno 2022. "Deciderà lui. Lo conosco ormai da tantissimi anni e siamo stati sempre molto legati, le nostre sono conversazioni tra amici, non discorsi fra allenatore a giocatore. Gli piace giocare qui, non credo ci siano problemi ma non posso rispondere a domande sul suo futuro - sottolinea il selezionatore lusitano - Ronaldo porta sempre in dote la sua qualità con allegria e passione, è sempre un piacere vederlo. E' un giocatore top, forse il più importante al mondo". 

 

Leggi anche: Italia-Irlanda del Nord, probabili formazioni e dove vederla