La delusione di Cristiano Ronaldo dopo il ko con il Benevento (Ansa)
La delusione di Cristiano Ronaldo dopo il ko con il Benevento (Ansa)

Torino, 21 marzo 2021 - Clamoroso all'Allianz Stadium. Il Benevento fa l'impresa e affossa la Juventus, spegnendo definitivamente le speranze scudetto della Vecchia Signora. I bianconeri vedono le Streghe per mano di Gaich, che a 20 minuti dalla fine approfitta dell'erroraccio di Arthur per scrivere una pagina indelebile di storia per i campani. Primo successo nel 2021 per la formazione giallorossa, che compiono un salto in avanti forse decisivo in chiave salvezza, mentre per i piemontesi si tratta del secondo ko casalingo in questo campionato. Un tonfo pesante, che rischia di pregiudicare anche la corsa della squadra di Andrea Pirlo a un posto per la prossima Champions League. 

Classifica - Calendario e risultati

Primo tempo avaro di occasioni

I due allenatori confermano le previsioni della vigilia. Juve a trazione offensiva, con in campo contemporaneamente Chiesa, Kulusevski, Morata e Ronaldo. Nel Benevento c'è Gaich e non Caprari a fare compagnia a Lapadula in attacco. Per le prime emozioni non bisogna attendere troppo: Lapadula per poco non approfitta dello scivolone di de Ligt a un passo da Szczesny, poi è Ronaldo a sfiorare il vantaggio con un diagonale che finisce fuori di un niente. Sembra la premessa per un assalto bianconero alla porta di Montipò e invece sono i giallorossi a farsi preferire e a concludere maggiormente verso Szczesny, anche se il polacco non deve mai sporcarsi i guantoni. Dal canto suo, Madama sonnecchia e il giro palla è troppo lento. Al 27' i padroni di casa rischiano sull'inserimento di Ionita, che per poco non arriva sul cross di Improta. Il rischio corso sveglia la Vecchia Signora, che al 32' impegna Montipò con il sinistro di Morata. Lo spagnolo è nuovamente pericoloso quattro minuti più tardi: su un calcio d'angolo in favore della Juve (arrivato dopo la correzione dell'arbitro Abisso, che inizialmente aveva assegnato rigore ai piemontesi per un presunto tocco di braccio di Foulon), il colpo di testa di de Ligt viene respinto da Montipò, mentre sulla respinta Morata manda alle stelle. Prima dell'intervallo c'è tempo per un altro tentativo dei bianconeri, stavolta ad opera di Ronaldo, che chiama all'intervento il portiere del Benevento. 

Gaich infila Szczesny

I campioni d'Italia capiscono che devono affrettarsi e così prendono possesso stabilmente della metà campo giallorossa. I ragazzi di Inzaghi sono meno aggressivi rispetto alla prima frazione, ma risultano comunque ordinati nel difendere la porta di Montipò. Kulusevski conclude fuori misura, così come Ronaldo. Serve invece il colpo di reni di Montipò per salvare la propria porta sulla deviazione di Barba. Al 69' succede quello che nessuno si attende: Arthur sbaglia un pallone facile regalandolo a Gaich, che anticipa Danilo e beffa Szczesny.

Montipò decisivo su CR7

Incredibile a Torino, con la Signora costretta a rincorrere gli avversari. Ancora più di prima, la Juventus si riversa in avanti a testa bassa. Bernardeschi non inquadra la porta, mentre Ronaldo trova sulla sua strada un grande Montipò, che gli nega la gioia del gol in almeno tre occasioni. La forza delle disperazione non genera nulla di buono per Madama e così i viaggianti possono festeggiare un successo, oltre che storico, fondamentale in ottica salvezza. 

Leggi anche: Verona-Atalanta 0-2