Stefano Pioli (ANSA)
Stefano Pioli (ANSA)

Milano, 29 gennaio 2021 – Voltare pagina dopo i passi falsi contro Atalanta e Inter e portare a casa tre punti fondamentali per mantenere la vetta della Serie A sono gli obiettivi del Milan che domani alle 15 (diretta su Sky Calcio) andrà a far visita al Bologna di Mihajlovic in uno degli anticipi del ventesimo turno di campionato: “Dobbiamo guardare avanti – ha spiegato Stefano Pioli alla vigilia – e pensare alla gara contro il Bologna che non sarà semplice perché servirà una grande prestazione per vincere visto che i nostri avversari giocano un calcio intenso”. Il momento è delicato ma non ancora chiave per il futuro della stagione: “Adesso dobbiamo pensare alla gara di domani e poi avremo due settimane in cui dovremo recuperare alcuni giocatori e ritrovare compattezza. Mancano ancora 19 partite e non possono essere tutte decisive”. Importante sarà poi non farsi condizionare da fattori esterni: “Dobbiamo solo pensare a noi e a migliorare, non a ciò che si dice fuori che ci interessa poco. Sarà importante trovare il giusto equilibrio e fare bene sul campo. Sappiamo che i giudizi nel calcio possono cambiare rapidamente”.

La rissa Ibra-Lukaku, la situazione infortunati e l’obiettivo Champions

Anche domani i rossoneri dovranno fare i conti con diverse assenze (ancora out Calhanoglu che, pur essendo tornato negativo al tampone, non riuscirà ad unirsi ai compagni) ma ritroveranno dopo quasi due mesi Ismael Bennacer: “Sta meglio ma è stato fuori tanto tempo. Ha grandi qualità e ampi margini di miglioramento. Il suo recupero è importante”. All’appello mancheranno invece Brahim Diaz e Simon Kjaer, alle prese con problemi muscolari: “Diaz ha avuto un problema muscolare che sarà rivalutato la prossima settimana. La speranza è di riaverlo a disposizione presto perché nelle prossime settimane giocheremo tante partite e avremo bisogno di tanti giocatori. Lo stesso vale per Kjaer che spero stia fuori per poco. Per noi Simon è importante ma siamo primi anche perché siamo riusciti a sopperire a tante assenze”. Al posto del danese, probabile l’inserimento dal 1’ di Tomori: “Si è presentato bene, ha fatto buone cose e ha qualità, intelligenza e voglia di imparare”. Pioli è poi tornato sull’episodio dell’espulsione di Ibrahimovic in Coppa Italia e del forte diverbio tra lo svedese e Lukaku: “Ibra è dispiaciuto per l’espulsione ma carico e determinato a far bene già domani. Non giustifico quanto successo che non è bello ma sono cose che possono capitare. Ibra non è razzista ed è il momento di mettere un punto su questa vicenda”. Il tecnico ha infine ribadito la determinazione a raggiungere l’obiettivo Champions League: “La squadra c’è e ha le qualità per continuare a fare bene. Dobbiamo solo continuare a lavorare. Raggiungere la Champions non sarà facile ma ci sono i mezzi per arrivarci”.

Leggi anche - Calciomercato, scambio Dzeko-Sanchez in stallo. Genoa su Niang