Alexis Sanchez (Ansa)
Alexis Sanchez (Ansa)

Roma, 29 gennaio 2021 - Lo scambio Dzeko-Sanchez è in stallo. Quello che ieri sembrava un affare-lampo prossimo alla chiusura, oggi si è trasformato in un trasferimento piuttosto complesso.

L'Inter avrebbe richiesto alla Roma 3 milioni di euro da aggiungere al cartellino dell'attaccante bosniaco. La motivazione è dettata dal fatto che i nerazzurri, cedendo Sanchez, perderebbero il beneficio dato dal Decreto Crescita pari proprio a questa cifra. I giallorossi si sono al momento opposti alla richiesta e la situazione è bloccata.

In attesa di novità, Tiago Pinto deve risolvere anche le grane Carles Perez e Fazio. Il primo non ha offerte concrete, mentre sul secondo c'era il Parma che però stenta a concludere l'affare. I ducali si sarebbero infatti piombati su Bani del Genoa.



Atalanta, frenata per Kovalenko. Fiorentina, richieste per Pulgar


L'Atalanta ha rallentato l'operazione per Kovalenko. Il giocatore è partito in ritiro con lo Shakhtar Donetsk, dettaglio che farà slittare le visite mediche previste inizialmente per domani. La Dea ha bloccato il ragazzo per l'estate, ma ora deve decidere se anticipare oppure no il suo arrivo a Bergamo già in questi giorni.

La Fiorentina osserva e ascolta le offerte per Erick Pulgar. Cagliari e Valencia ci stanno provando per il cileno, per cui Pradè ha deciso di cautelarsi. Nel caso in cui il centrocampista salutasse il Franchi, arriverà in viola Arslan dell'Udinese.


 

Altre trattative

 


Il Genoa è forte su Niang. L'attaccante oggi si è allenato con il Rennes, ma potrebbe trasferirsi il Liguria per 10 milioni di euro. Il Torino cederà Edera, conteso da Reggina e Trabzonspor. Il Bologna fatica ad acquistare una punta. Falliti gli assalti ad Arnautovic e Sanabria, ora Sabatini ci prova per Nsame dello Young Boys. La sua valutazione è di 7 milioni di euro.

Leggi anche: Rissa Ibra-Lukaku, Procura FIGC acquisisce referto