La gioia di Eriksen dopo il gol insieme a Vidal, Lautaro e Hakimi (Ansa)
La gioia di Eriksen dopo il gol insieme a Vidal, Lautaro e Hakimi (Ansa)

Milano, 26 gennaio 2021 – E’ Christian Eriksen l’eroe inaspettato del derby di Coppa Italia. Il danese ha portato i nerazzurri in semifinale con una sontuosa punizione al 97’, dieci minuti di recupero per infortunio all’arbitro Valeri, utile a battere in rimonta il Milan che era passato in vantaggio con Ibra, poi espulso. Pari momentaneo di Lukaku su rigore, con il belga protagonista di un parapiglia con lo svedese: i due se le sono promesse.

Coppa Italia 2021: c'è Napoli-Spezia

Ibra contro Lukaku, rissa nel derby Inter-Milan di Coppa Italia

Ibrahimovic di precisione, poi la zuffa 

Derby importante, c'è turnover ma non massiccio. Conte si affida ad Alexis Sanchez e Romelu Lukaku, Pioli con Ibra prima punta, a supporto Saelemekers, Diaz e Leao. Parte meglio il Milan che sfiora subito il vantaggio con un destro dal limite di Leao dopo splendida combinazione con Hernandez. Ancora rossoneri al 12’, cross di Leao per la sponda di Ibra ma Diaz è in ritardo. L’Inter, un po’ addormentata in avvio, sale di colpi nella fase centrale di tempo, quando anche Lukaku entra in partita con un sinistro ravvicinato che trova il piede di Tatarusanu. I nerazzurri, tra mischie e colpi di testa murati, aumentano di colpi, ma nel loro momento migliore si fanno trafiggere da un diagonale preciso di Ibra al 32’. Il finale di tempo è rovente, Sanchez sfiora il pari ma il colpo di testa è salvato sulla linea da Tomori, entrato poco prima per infortunio di Kjaer, mentre Lukaku e Ibra se le promettono dopo un fallo di Romagnoli e quasi vengono alle mani. Parole grosse tra i due ex compagni allo United, evidentemente in cattivi rapporti da tempo, che continuano a minacciarsi a distanza anche al rientro negli spogliatoi a fine primo tempo. Serve l’intervento dei compagni e del team manager per placare un furente Lukaku.

Rimonta nerazzurra

Conte mette subito Hakimi a inizio ripresa, Lukaku e Ibra sono regolarmente in campo. L’Inter si fa nettamente preferire e attacca, il Milan traballa ma resiste con Tatarasanu e con Tomori, ma al 58’ la partita cambia. Ibra, ammonito dopo la zuffa con il belga, interviene da dietro su Kolarov, secondo giallo e rosso. Assalto all’arma bianca dell’Inter che trova un rigore al 68’ quando Barella salta Leao in area, il rossonero entra in scivolata e causa la caduta del mediano, ma Valeri non vede e viene richiamato all’on field review: penalty che Lukaku trasforma col brivido. Non è finita, perché attorno al 70’ si fa male l’arbitro Valeri, problema muscolare, e servono 7 minuti per far entrare Chiffi. Conte inserisce Lautaro e l’argentino dà una dimensione diversa alla squadra quando all’80’ chiama Tatarusanu all’intervento, il portiere rossonero poi si ripete poco dopo su Lukaku al termine di uno scambio rapido con il toro. Alla fine i minuti di recupero sono dieci e Conte getta nella mischia anche Eriksen il quale al 97’ disegna la perla su punizione dal limite che vale la semifinale. L’Inter vince dunque il derby con il protagonista meno atteso, ora attende la vincente di Juve e Spal.

Leggi anche - Napoli, non solo Gattuso, anche Giuntoli in bilico

Il tabellino

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Kolarov (47' st Young); Darmian (1' st Hakimi), Barella, Brozovic (43' st Eriksen), Vidal, Perisic (22' st Lautaro Martinez); Lukaku, Sanchez. A disp.: Radu, Padelli, Ranocchia, Bastoni, Gagliardini, Sensi, Pinamonti. Allenatore: Conte.

Milan (4-2-3-1): Tatarusanu; Dalot, Kjaer (20' pt Tomori), Romagnoli, Hernandez; Meité, Kessié; Saelemaekers (40' st Castillejo), Diaz (15' st Rebic), Leao; (40' st Krunic) Ibrahimovic. A disp.: Jungdal, Donnarumma A., Kalulu, Calabria, Maldini, Hauge. Allenatore: Pioli.

Arbitro: Valeri di Roma, dal 34' st Chiffi di Padova.

Reti: 31' pt Ibrahimovic, 26' st Lukaku (rig.), 52' st Eriksen.

Note: serata serena, terreno in discrete condizioni. Espulso al 13' st Ibrahimovic per doppia ammonizione (condotta antisportiva e fallo di gioco). Ammoniti: Kjaer, Lukaku, Brozovic, Rebic, Kessie', Hakimi. Angoli: 12-0. Recupero: 2' pt; 10' st.