Jurgen Klopp (Ansa)
Jurgen Klopp (Ansa)

Liverpool, 18 marzo 2021 - Jurgen Klopp non è ottimista per il finale di stagione del suo Liverpool. Il tecnico tedesco ha rilasciato una lunga intervista a Lothar Matthaus per la Bild, nella quale ha commentato l'andamento di questa tormentata stagione e le prospettive future sue e del club.

Klopp: "Enormi perdite finanziarie"

Jurgen Klopp è sempre stato schietto e senza peli sulla lingua, e ha confermato questa caratteristica anche nella sua ultima intervista. "Mi piace essere ottimista, ma in campionato sarà quasi impossibile arrivare quarti e qualificarsi per la prossima Champions League", ha sentenziato l'allenatore del Liverpool, alle prese con una stagione dal profilo grottesco.

I Reds navigano al sesto posto, a -5 dal Chelsea che occupa la quarta posizione, ma continuano ad essere falcidiati dagli infortuni e a lottare contro un'annata che è stata storta fin dall'inizio. "Commettiamo grossi errori, errori direi folli - ammette Klopp - e possiamo anche definirli da burlesque. Creiamo tantissimo e segniamo molto meno di quanto potremmo; i nostri avversari creano molte opportunità da gol contro di noi e ci mettono in difficoltà. Siamo stati penalizzati da infortuni e vari problemi".

La possibile mancata qualificazione alla prossima Champions League porterà qualche guaio alla società: "Nel peggiore dei casi ci qualificheremo per l'Europa League. Ci saranno grandi perdite finanziarie per il club e sono consapevole che, in quasi tutte le società, le colpe ricadrebbero sull'allenatore. Lo accetterei anche io, ma al Liverpool la situazione è diversa: nessuno dubita di nessuno, siamo uniti e combatteremo assieme".

Il tecnico tedesco ha concluso con un paio di battute sul futuro: "Una volta che lascerò Liverpool, mi prenderò un anno sabbatico. Avviso già tutti: non chiamatemi dopo quattro o sei mesi; mi fermerò un anno intero".

Leggi anche: Inter, rinviata per Covid la sfida col Sassuolo