Roberto Mancini il difensore azzurro Emerson Palmieri (Ansa)
Roberto Mancini il difensore azzurro Emerson Palmieri (Ansa)

Milano, 18 marzo 2021 – Mentre l’Inter convive con la paura di un focolaio in seno al gruppo squadra dopo le positività di Danilo D’Ambrosio e Samir Handanovic, iniziano a registrarsi i primi movimenti di mercato in ottica prossima stagione. Certo, c’è ancora una lotta Scudetto da portare a termine, e il Covid rischia di complicare i piani, ma da marzo in avanti è inevitabile iniziare già a programmare il futuro. Si registrano due novità sul possibile fronte di mercato nerazzurro: una in uscita e una in entrata.

Sampaoli su Vidal

Jorge Sampaoli è da pochi giorni nuovo tecnico dell’Olympique Marsiglia e sta cercando di costruire un ciclo convincente in Francia, con una squadra di talento ma a cui è sempre mancato un tassello per fare l’euro. Da ex commissario tecnico del Cile, Sampaoli ha subito pensato di rivolgersi a un giocatore che già conosce: Arturo Vidal. Secondo il media cileno La Tercera, ci sarebbero già stati contatti tra il Marsiglia, nella fattispecie proprio Sampaoli, e l’entourage di Vidal, una sorta di primo colloquio per capire l’esistenza di un margine di manovra. E c’è, Vidal avrebbe aperto le porte ma tutto dipenderà dalle decisioni dell’Inter e di Antonio Conte, soprattutto perché con l’esplosione di Eriksen il centrocampo titolare è fatto e finito e non prevede Vidal.

Emerson Palmieri per la fascia

Poi c’è il possibile mercato in entrata, ovviamente subordinato a quelle che saranno le decisioni di Suning. Il 3-5-2 di Conte, come noto, è molto improntato alle fasce, ai famosi quinti di centrocampo che coprono a tutta fascia e, soprattutto, sono abili crossatori per le punte. Mentre a destra c’è Achraf Hakimi che è elemento inamovibile, non è escluso che a sinistra Conte voglia cercare altro oltre a Perisic. Il nome che ritorna in auge è quello di Emerson Palmieri, reduce da una stagione ai margini al Chelsea con sole 12 partite totali giocate fino a qui. Può essere lui il profilo utile per corsia mancina, con spiccate doti difensive e offensive. Il costo di Palmieri è sceso negli ultimi tempi e si aggira tra i 15 e i 20 milioni, si può fare. Lo stesso giocatore, che è nato in Brasile ma ha passaporto italiano, gradirebbe il ritorno in Italia dopo le esperienza alla Roma fatta di 47 partite e 2 gol.

Leggi anche - Inter, paura focolaio dopo la positività di D'Ambrosio